SVIZZERA
03.03.2016 - 15:560
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Ubs abbassa le previsioni di crescita

Corrette le percentuali preventivate per il 2016: da 1,4% si passa a 1%.

BERNA - Ubs, visto il raffreddamento dello scorso anno, rivede al ribasso le previsioni di crescita dell'economia svizzera per il 2016, dall'1,4% all'1,0%. Giù anche i pronostici per il 2017: dall'1,8% all'1,5%.

Ad inizio anno Ubs aveva confermato le stime iniziali, ma ora ha rifatto i calcoli dopo che ieri la Segreteria di stato dell'economia (SECO) ha fissato l'espansione economica dello scorso anno allo 0,9%, a fronte di un +1,9% nel 2014.

Dopo lo choc monetario dello scorso gennaio, secondo il numero uno bancario svizzero, la prospettiva per l'economia interna dovrebbe subire gli effetti dell'indebolimento della crescita mondiale, mentre il commercio esterno dovrebbe contribuire alla progressione del pil sono in modo limitato.

Secondo UBS l'ipotesi di una contrazione congiunturale è comunque improbabile, visto il solido andamento dei consumi privati. Il rischio di recessione potrebbe profilarsi all'orizzonte sono se Stati Uniti e Eurozona dovessero crescere a un tasso inferiore allo 0,5%. La domanda interna dovrebbe mantenersi invariata, malgrado un tasso di disoccupazione atteso in crescita al 3,5%. L'export dovrebbe riprendere vigore solo nel 2017.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 05:56:32 | 91.208.130.89