BERNA
28.06.2012 - 14:240
Aggiornamento : 04.11.2014 - 02:14

ASF lancia misure contro la violenza negli stadi di calcio

BERNA - Per mettere fine alla violenza e ai comportamenti pericolosi dei tifosi, l'Associazione svizzera di football (ASF) ha precisato la portata dei divieti di accesso agli stadi e intende obbligare i club a trasmettere regolarmente alla polizia le informazioni relative agli hooligan.

Un pacchetto di misure è stato elaborato dal comitato dell'ASF, che lo ha poi sottoposto ai club, i quali lo hanno sostenuto all'unanimità. L'ASF ha poi trasmesso il progetto alle autorità comunali e cantonali nonché alle associazioni di tifosi, ha spiegato oggi in una conferenza stampa a Berna Claudius Schäfer, direttore dell'ASF.

Questi ritiene che per l'introduzione di alcuni provvedimenti ci vorrà del tempo, ma per altri, come l'obbligo per i club di fornire gli elementi necessari all'identificazione dei fan scalmanati alla polizia, tutto avverrà immediatamente. L'obiettivo dei provvedimenti dell'ASF è di mettere fine alla solidarietà tra i circa 1500 tifosi considerati violenti e i fan potenzialmente pericolosi, molto più numerosi. Si tratta anche di rafforzare la collaborazione tra le organizzazioni di tifosi, le autorità, le FFS e i club. L'ASF prevede inoltre un miglioramento delle misure di prevenzione e una revisione dei provvedimenti per salvaguardare l'ordine negli stadi, anche a livello infrastrutturale.



ATS
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-19 00:06:07 | 91.208.130.89