20minuten
+3
URI
10.04.2021 - 13:330
Aggiornamento : 17:28

Manifestazione annullata, ma la polizia sorveglia e controlla

Si sarebbe dovuta tenere oggi una manifestazione contro le norme anti-covid. Che però non è stata autorizzata.

La situazione epidemiologica nel canton Uri è la peggiore in Svizzera. A titolo di esempio si ha una percentuale di positivi al Covid tripla rispetto al Ticino.

ALTDORF - La polizia cantonale urana marca presenza ad Altdorf (UR), dopo che in seguito all'annullamento definitivo di una grande dimostrazione prevista per oggi contro la politica in materia di coronavirus si sono moltiplicati gli inviti a dare vita a raduni non autorizzati. Lo ha constatato un giornalista dell'agenzia Keystone-ATS sul luogo.

Numerosi controlli - Diversi poliziotti si sono appostati nei pressi del monumento a Guglielmo Tell per monitorare la situazione. Una portavoce della polizia ha indicato che in alcune località del cantone, soprattutto nelle stazioni ferroviarie, sono in corso controlli d'identità. Gli agenti invitano inoltre i piccoli gruppi che si stanno assembrando ad andarsene.

La manifestazione - L'alleanza della Svizzera centrale "Aktionsbündnis Urkantone", che si dice favorevole a una ragionevole politica in merito alla gestione del Covid-19, avrebbe voluto organizzare una grossa manifestazione nei pressi del capoluogo urano oggi. L'obiettivo era protestare contro le misure e le restrizioni in vigore per arginare l'epidemia.

Richiesta respinta - Il dipartimento urano della sicurezza ha però respinto la domanda di autorizzazione, ritenendo che sarebbe impossibile far rispettare l'obbligo di indossare la mascherina in un contesto con migliaia di persone. Inoltre, il governo ha incluso nell'ordinanza cantonale sul Covid una disposizione che non permette raduni con più di 300 individui.

L'Aktionsbündnis Urkantone ha presentato ricorso, ma la tempistica ha finito per giocarle contro. Il tribunale non avrebbe potuto emettere una sentenza sull'argomento entro oggi. Ciò non ha lasciato margine di manovra agli organizzatori, costretti a cancellare l'evento.

Casi in crescita - La situazione epidemiologica del canton Uri è preoccupante. Ieri il Consiglio di Stato ha comunicato che nei prossimi giorni potrebbero venir adottate nuove misure per contenere la diffusione del Covid-19.

Le autorità hanno aggiunto che stanno seguendo con preoccupazione l'aumento del numero di casi e dell'occupazione del reparto di terapia intensiva dell'ospedale cantonale. Se necessario, i pazienti potrebbero essere trasferiti nei cantoni circostanti.

Tre volte i contagi ticinesi - L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha contato 874 casi di Covid-19 ogni 100'000 abitanti nelle ultime due settimane nel canton Uri. Si tratta del tasso più alto della Svizzera in proporzione alla popolazione. A titolo di paragone, nel vicino Svitto si sono registrati 200 casi ogni 100'000 abitanti, in Ticino 291 e nei Grigioni 277.

20minuten
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 3 mesi fa su tio
"Il dipartimento urano della sicurezza ha però respinto la domanda di autorizzazione, ritenendo che sarebbe impossibile far rispettare l'obbligo di indossare la mascherina in un contesto con migliaia di persone." Dimostrino che le mascherine servono, poi possono anche imporle.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-25 10:48:13 | 91.208.130.86