20 minuten
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
2 ore
In caso di problemi, le responsabilità sono tutt'altro che evidenti
In Norvegia ci si interroga sul decesso di 23 anziani associati alla vaccinazione anti-Covid.
GRIGIONI
4 ore
«La situazione va presa sul serio»
A seguito dei focolai di variante inglese in due hotel, in un videomessaggio parla il sindaco di St.Moritz
Attualità
5 ore
La variante inglese è arrivata nell'esercito
Una novantina di militari sono stati messi in quarantena. Altri 170 sono in attesa dell'esito del test
GINEVRA
6 ore
I doganieri li fermano due volte, allora passano in bus
Due persone hanno rifiutato, in due valichi diversi, di pagare i dazi per importare la carne che trasportavano.
SVIZZERA
7 ore
Dal mondo economico piovono critiche sul Consiglio federale
Sotto la lente di Economiesuisse c'è il lockdown parziale che colpisce duramente un'economia già indebolita.
GRIGIONI
7 ore
A St.Moritz test di massa per oltre 3'200 persone
L'operazione è scattata oggi a seguito dei focolai di variante sudafricana del virus in due alberghi
SVIZZERA
8 ore
I pendolari si sono ridotti a un quarto
Il telelavoro mostra i suoi effetti sui trasporti pubblici. Le Ffs: calo dell'80 per cento
SVIZZERA / BELGIO
9 ore
Torna dalla settimana bianca e manda 5'000 persone in quarantena
Durante le vacanze di Natale una donna belga ha contratto la variante inglese del virus nel nostro Paese.
FOTO
BERNA
9 ore
La donna è ancora senza identità
La polizia in cerca di testimonianze. A qualcuno è stata sottratta una pedana?
SVIZZERA / PAESI BASSI
9 ore
UBS, ci sarà un'indagine su Ralph Hamers
L'inchiesta potrebbe richiedere fino a un anno e mezzo
SVIZZERA
9 ore
«La scuola passa da tutti i sensi»
I direttori delle scuole sono contrari a una chiusura
SVIZZERA
10 ore
Ecco i timori delle aziende
L'interruzione di esercizio, la pandemia e i sinistri informatici: sono i rischi citati in un sondaggio di Allianz
SVIZZERA
10 ore
Il vaccino è una questione di solidarietà
L'appello di Pro Senectute ai cittadini over 50
SVIZZERA
10 ore
Una falsa poliziotta seriale
Una 39enne è accusata di 17 colpi messi a segno in sei Cantoni. Il bottino: 225mila franchi
ZURIGO
16.07.2020 - 14:010
Aggiornamento : 16:19

Coronavirus: un buttafuori digitale può salvare la scena dei club?

Più veloce, più sicura e impersonale. Una macchina è in grado di occuparsi dei controlli all'ingresso delle discoteche.

Tuttavia gli operatori del settore sono scettici. E per qualcuno il costo potrebbe essere eccessivo.

ZURIGO - Poco dopo la riapertura, i primi club hanno dovuto fare i conti con il fallimento del sistema di tracciamento dei propri avventori. Molti, troppi, i clienti che hanno lasciato nomi e indirizzi falsi nelle liste degli ospiti messe a disposizione dai locali.

Eppure c'è un modo per evitare che situazioni come questa si ripetano. Esistono macchine in grado di scansionare il passaporto o la carta d'identità e di confrontarle con il volto del visitatore all'ingresso del locale.

«Niente più code» - Un dispositivo simile l'ha sviluppato, ad esempio, la società tedesca Pyramid Computer. Già prima del Coronavirus, ha realizzato terminali per il pagamento (usati da Migrolino e Co.). E ora sfrutta soluzioni di autenticazione automatica per aziende, club o eventi all'aperto. Se necessario, i dispositivi possono anche essere dotati di scanner per la temperatura, stampanti di biglietti e altro.

Il CEO di Pyramid, Josef Schneider, menziona altri vantaggi del buttafuori digitale: «Il controllo automatizzato - spiega a 20 Minuten - è molto più veloce di quello manuale. In questo modo i visitatori non devono aspettare ore all'ingresso. E si elimina il rischio di contagio per la persona che si sarebbe dovuta impiegare a tale scopo».

Regolamentazione più severa - I club possono noleggiare il macchinario, incluso il software necessario, a partire da 1'000 euro al mese (poco più di mille franchi). «C'è un atteggiamento pericoloso tra chi frequenta la vita notturna. Molti credono che il Coronavirus sparirà presto. Ma non è così», afferma Schneider. Secondo il CEO, inoltre, se la qualità delle registrazioni effettuate nei locali non migliorerà, presto le norme potrebbero essere inasprite.

«Non rifiuta le persone alcolizzate» - Cosa pensano i club dei controlli automatici? Secondo Alexander Bücheli, portavoce dell'associazione dei bar e club di Zurigo, c'è una sostanziale apertura verso le nuove tecnologie per la verifica dell'identità. Anche perché, con la pandemia, si è reso necessario avere almeno due o tre dipendenti aggiuntivi per poter effettuare questi controlli.

Ma c'è anche il risvolto della medaglia. «Con un controllo "umano", possiamo valutare se un ospite è "adatto" all'evento. Le persone che hanno bevuto troppo, ad esempio, possono essere allontanate. Ecco perché delle macchine non sostituiranno mai il controllo personale all'ingresso dei club», spiega Bücheli.

Ostacolo finanziario per i piccoli club - Secondo Babette Sigg, presidentessa del Forum svizzero dei consumatori, il costo di questi dispositivi potrebbe tuttavia risultare troppo oneroso per i piccoli club.

Interpellato, il responsabile federale della protezione dei dati afferma che gli operatori dei club possono raccogliere le informazioni personali utilizzando mezzi elettronici. Tuttavia, è necessario rispettare i requisiti di protezione dei dati sensibili. Ad esempio, sono autorizzati a raccogliere solo i dati necessari e devono eliminarli entro un certo periodo di tempo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Federico Anderegg 6 mesi fa su fb
Evry 6 mesi fa su tio
Chiudere e BASTA !
Diego Pix Paini 6 mesi fa su fb
Francesco Cec Moretti 6 mesi fa su fb
don lurio 6 mesi fa su tio
Facciamoci una domanda tutti vogliono andare a divertirsi ora un robot che smaltisce il tempo per entrare in un club ecc... ecc. Nessuno pensa che l'automatismo provoca posti in meno di personale addetti ai controlli , e non deve essere oneroso ai piccoli club, ma oneroso a chi interessa divertirsi e non provocare disoccupati , non abbiamo bisogno di robot per persone che si divertono.
seo56 6 mesi fa su tio
Buffonate!!
Jo Ticino 6 mesi fa su fb
Titolo obsoleto, il "buttafuori" allontana i malintenzionati mantenendo ordine e sicurezza all'interno e nel perimetro del club. Nel articolo si parla di controlli scanner automatizzati e costosi
Juri Vlad 6 mesi fa su fb
Si sì serve come servivano i semafori ai supermercati... per non far entrare troppa gente.. 😂😂😂
Kiko Gozzi 6 mesi fa su fb
Se lo dice il Ceo della ditta che produce il macchinario, che il virus non sparirä, allora ci crediamo...
Domeniko Gaudio Calderazzo 6 mesi fa su fb
Nico un buttafuori cosa ti costa? 100fr? No 1000 devi spenderne x un robot....wirtschaft a gogo
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-20 02:07:34 | 91.208.130.87