Archivio Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Nessuna riserva di etanolo per produrre disinfettante
Ma con l'arrivo della pandemia, il prodotto è andato a ruba e sta scarseggiando. La politica: «Priorità sbagliate»
SVIZZERA
9 ore
Il parlamento a maggio in sessione straordinaria
Si parlerà di coronavirus, aiuti e misure d'emergenza. E per ovvi motivi non si terrà a Palazzo federale
SVIZZERA / ITALIA
11 ore
I doganieri di Domodossola sequestrano disinfettante svizzero
Le 37'632 confezioni da 50 millilitri di gel igienizzante saranno consegnate alla Protezione Civile italiana
SVIZZERA
11 ore
«La collaborazione è la nostra forza»
La presidente della Confederazione ha precisato che la situazione «non cambierà radicalmente» nei prossimi giorni
SOLETTA
13 ore
Centro asilanti in quarantena
I quattro richiedenti asilo sono stati isolati in una parte separata dell'edifico di Selzach
VALLESE
13 ore
Sgominato un ampio traffico di droga
La polizia vallesana ha sequestrato 6,5 chili di cocaina e 2,4 di crack per un valore di oltre 120'000 franchi.
SVIZZERA
15 ore
Grigliata dell'epidemia? Scattano le multe (ma non in Ticino)
Ma nei vari Cantoni la polizia si regola in modo diverso. Ecco cosa si rischia
BERNA
15 ore
Il legname illegale sarà vietato anche in Svizzera
Diversamente dall'Unione europea, nella Confederazione non ci sono disposizioni in questo senso
SVIZZERA
16 ore
Il Covid-19 ha il suo francobollo
La totalità del ricavato sarà divisa a metà tra la Catena della Solidarietà e la Croce Rossa Svizzera
SVIZZERA
16 ore
I dati di una Svizzera malata
Il nostro Paese ha una delle più alte incidenze in Europa, ma è pure quello che effettua il maggior numero di tamponi.
SVIZZERA
16 ore
Scampagnate col coronavirus? Fioccano le multe
Le autorità: «Non è il momento di abbassare la guardia»
SVIZZERA
16 ore
Il materiale medico sale a bordo degli A340 di Swiss
In queste settimane sono previsti oltre dieci voli cargo dalla Cina per rifornire gli ospedali elvetici
SVIZZERA
17 ore
Coniglietti di cioccolato, il virus colpisce soprattutto le piccole imprese
La produzione è iniziata più tardi rispetto ai grandi gruppi, risentendo maggiormente delle misure
SVIZZERA
17 ore
«Troppi uccelli folgorati»
I pali delle linee elettriche sono vetusti e vanno revisionati entro il 2030.
NEUCHÂTEL
14.02.2020 - 11:200

Messaggi hot con una quattordicenne... ma era un poliziotto

Condannato un ex alto funzionario cantonale. L'imputato: «Era un esperimento scientifico per testare l'efficacia della prevenzione»

NEUCHÂTEL - L'ex capo del Servizio cantonale per la formazione post obbligatoria neocastellano, Laurent Feuz, è stato condannato oggi a 180 aliquote giornaliere sospese per tre anni. L'uomo aveva scambiato messaggi prima su un sito internet d'incontri e poi su WhatsApp con quella che credeva essere una quattordicenne, mentre in realtà era un agente della polizia giudiziaria federale sotto copertura.

Feuz, inoltre, non potrà più insegnare per un periodo di cinque anni. L'uomo è stato processato tramite rito abbreviato dal Tribunale regionale delle Montagne e della Val-de-Ruz poiché non vi era nessuna vittima per i fatti per cui è stato condannato, ha spiegato il suo avvocato Frédéric Hainard.

Secondo il legale, l'inchiesta ha confermato che i fatti in questione riguardavano esclusivamente scambi virtuali. L'agente sotto copertura si era fatto passare per la quattordicenne Tamara a cui l'alto funzionario aveva inviato numerosi messaggi di carattere sessuale.

L'allora 46enne si era giustificato affermando che il suo era un esperimento scientifico per testare l'efficacia della prevenzione. Il contenuto dei messaggi è stato giudicato «riprovevole». Tuttavia, l'accusa di tentati atti sessuali con fanciulli si è sgonfiata dal momento che il reato è stato considerato «impossibile, nella misura in cui nessun atto poteva verificarsi», ha aggiunto Hainard.

Feuz era sotto inchiesta dallo scorso anno per tentati atti sessuali con fanciulli e pornografia. Quest'ultima accusa deriva da una chiavetta USB contenente dati illegali. L'ex alto funzionario si era difeso sostenendo che erano per una presentazione risalente al 2006 legata ai rischi del mondo digitale. «Si rammarica di aver usato mezzi riprovevoli per alimentare la sua riflessione», ha indicato l'avvocato.

Feuz era stato fermato lo scorso 4 aprile, alle sei del mattino, in un parcheggio di La Chaux-de-Fonds, mentre si recava al lavoro. Il 10 maggio la notizia delle sue dimissioni immediate «per ragioni personali», il 13 quella di una inchiesta penale a suo carico.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Zico 1 mese fa su tio
si dovrebbe sempre pubblicare il nome del pedofilo! non solo in questo caso. ! altro che protezione delle vittime!
Biagio Grecomoro 1 mese fa su fb
Di solito è al contrario. I poliziotti si fingono ragazzini per beccare i pedofili. Cmq,
Paolo Longoni 1 mese fa su fb
Vabbè fantastica, praticamente il pass-par-tout delle scuse. Radar? Eh volevo controllare che fosse tarato a dovere. Furto? Eh volevo vedere se il sicurino si guadagna la pagnotta correndomi dietro... etc,etc...
Naty RD 1 mese fa su fb
Solite pene ridicole!!Ormai è il paradiso dei pedofili, si sa...🤮🤮🤮🤮🤬🤬🤬🤬🤬🤬
Nadia Peverelli 1 mese fa su fb
L esempio vien dall’alto... alura sem a post
Fabio Pandolfi 1 mese fa su fb
Vergogna... queste persone non dovrebbero beneficiare dell’anonimato. Non meritano privacy
Manuela Decarli 1 mese fa su fb
bisognerebbe leggere gli articoli
Marinella Niosi 1 mese fa su fb
😔
Giorgio De Dea 1 mese fa su fb
Oltre alla sua funzione e al grave reato cerca anche di giustificarsi, si spera in una condanna esemplare.
Anna Natolino 1 mese fa su fb
Eduu Talaj
Eddy Federspiel 1 mese fa su fb
Mitici anche i poliziotti
Tania Bomio 1 mese fa su fb
Perché non si fa il nome
Stefano Rappi 1 mese fa su fb
Tania Bomio basta aprire l'articolo e trova il nome. Si tratta solo di un click in più (e non leggere solo il titolo), non è difficile 🙂
Alain Radaelli 1 mese fa su fb
😂😂😂😂😂 mitica scusa
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-07 05:36:39 | 91.208.130.86