Lettore 20 Minuten
Il luogo del ritrovamento e lo stabile in cui abitava la vittima.
BERNA
12.02.2020 - 20:390

Cadavere nel bosco, tra incredulità e cordoglio

L'uomo scomparso da giovedì è stato ucciso. L'autore del delitto è stato arrestato lo stesso giorno. Ma il caso ha ancora diversi punti oscuri

di Adriano De Neri
Giornalista
Fonte 20 Minuten/cho

BERNA - Un uomo scomparso da giorni rinvenuto morto in un bosco di Meikirch (BE). Un conoscente della vittima arrestato perché sospettato di averlo ucciso. La vicenda, venuta a galla ieri con il ritrovamento del cadavere, ha ancora diversi punti interrogativi sui quali le indagini dovranno far luce. Certo è che la morte dell'uomo non è stata accidentale: «È stato vittima di un omicidio», le parole del portavoce della polizia bernese Dominik Jäggi a 20 Minuten. Un altro fatto conclamato è che il delitto non è stato compiuto nel luogo in cui è stato rinvenuto il cadavere. 

Fermato il giorno della scomparsa - La persona finita in manette era in stato di fermo da giovedì, ovvero lo stesso giorno in cui era stato diramato l'avviso di scomparsa della vittima. L'uomo, un 54enne brasiliano, dopo gli interrogatori ha confessato il delitto e ora si trova in detenzione preventiva. 

Caos vicino il bosco - Il ritrovamento del corpo non è passato inosservato a Meikirch, piccolo e tranquillo comune di neppure 3'000 abitanti sull'altipiano bernese. «Ho subito pensato che si trattasse del rinvenimento di un cadavere», racconta a 20 Minuten un abitante. «All'inizio pensavo che la vicenda fosse legata alla tempesta Sabine». Poi però l'imponente dispositivo messo in atto dalle forze dell'ordine ha fatto capire all'uomo che la verità era un'altra. «Che una tragedia simile si sia verificata proprio qui mi dà la nausea. Per fortuna l'autore è già stato catturato». 

Incredulità e cordoglio - Intanto nello stabile in cui abitava la vittima lo sconcerto e l'incredulità si mescolano al cordoglio. Fiori e candele sono stati posati per commemorare il defunto. Una giovane madre che abita in un appartamento vicino non riesce a trattenere le lacrime: «Era una persona gentile e disponibile», ha raccontato a 20 Minuten. La donna non riesce a dare una spiegazione alla tragedia. «Siamo sopraffatti dall'intera situazione». 

L'arresto in diretta - Altro stabile, stesso sconcerto. L'artefice del delitto abitava infatti in un condominio sito nel quartiere di Berna-Betlehem. Qui, giovedì scorso, è stato fermato dalla polizia tra lo sbigottimento e l'incredulità degli altri residenti. «Quando sono uscito dal mio appartamento ho visto gli agenti che circondavano un uomo nel corridoio per poi portarlo via con loro», dice un giovane. Dalle informazioni raccolte sul posto, il brasiliano era sposato con una donna svizzera e aveva due figli. 

Lettore 20 Minuten
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-19 21:30:29 | 91.208.130.89