Deposit
Almeno 10 vittime.
VAUD
25.01.2020 - 14:290

Il predatore sordo che la giustizia non ha saputo fermare

Per almeno un decennio un giovane ha abusato sessualmente di diverse ragazze con il suo stesso handicap. E questo nonostante le condanne

di Redazione
ats

LOSANNA - Un giovane sordo ha abusato per anni di diverse bambine e adolescenti a Losanna e nella regione, in base alle scuole e agli istituti che frequentava. Nonostante i controlli e le condanne della giustizia dei minori, ha continuato con gli abusi. Il Dipartimento della formazione della gioventù e della cultura ha avviato un'indagine amministrativa.

Dalla sua più giovane età e oltre un decennio il ragazzo ha colpito più volte (almeno 10) giovani che avevano il suo stesso handicap, si legge oggi sul "24 Heures". Nella sua indagine il quotidiano descrive in modo dettagliato il percorso del ragazzo e si chiede se siano state adottate tutte le misure per evitare le sue azioni.

L'aggressore è stato infine condannato nel gennaio 2018 a cinque anni di prigione insieme a un provvedimento terapeutico, riporta una sentenza della Corte d'appello che conferma la pena. Il ragazzo è stato riconosciuto colpevole di violenza carnale e coazione sessuale nei confronti di sei delle sue vittime.

Secondo la sentenza, dal 2007, la scuola speciale che il ragazzo frequentava ha constatato che il giovane aveva un ritardo mentale, difficoltà di comunicazione e problemi nei confronti della sessualità. La giustizia dei minori l'ha condannato tre volte, dal 2009, per atti sessuali con fanciulli.

Denuncia e arresto - È stato adottato un inquadramento terapeutico, ma le azioni del giovane sono continuate. Nel marzo del 2015 una delle sue vittime ha sporto denuncia, in seguito a gravi abusi perpetrati «in diversi luoghi» e «in almeno sette riprese», sottolinea la sentenza della giustizia. L'indagine viene avviata. L'aggressore viene arrestato.

Il Dipartimento vodese della formazione e della gioventù da cui dipende in particolare la scuola speciale che accoglie il ragazzo ha deciso di aprire un'indagine amministrativa. Quest'ultima «è stata affidata a un esperto esterno. Le conclusioni sono attese entro l'estate», ha confermato oggi a Keystone-ATS Julien Schekter, incaricato della comunicazione del dipartimento.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 02:01:16 | 91.208.130.89