Depositphotos (yurchello_108)
175 persone sono state identificate come spalloni nei cantoni di Vaud, Basilea, Argovia e Zurigo.
SVIZZERA
04.12.2019 - 12:350
Aggiornamento : 12:50

Identificati 175 spalloni di valuta

L'operazione internazionale è stata coordinata da Europol

di Redazione
Ats

BERNA - Nell'ambito di un'operazione internazionale coordinata da Europol contro il riciclaggio di denaro, 175 persone sono state identificate come spalloni nei cantoni di Vaud, Basilea, Argovia e Zurigo. Due finora gli arresti, a Zurigo.

Almeno 78 individui avevano anche il ruolo di reclutare altri spalloni, ha indicato a Keystone-ATS Anne-Florence Débois, portavoce dell'Ufficio federale di polizia (Fedpol), che ha coordinato le operazioni tra i cantoni ed Europol, l'agenzia per la lotta al crimine nell'Unione europea. Nei quattro cantoni in questione sono state aperte 45 inchieste e interrogate 57 persone.

La portavoce di Fedpol ha precisato che i "corrieri finanziari" sono spesso stati reclutati tramite annunci pubblicati sui social network o su piattaforme online. Contro la promessa di una commissione, hanno accettato di prendere una somma di denaro sul loro conto bancario e poi trasferirla all'estero. Denaro di origine illecita.

Europol riferisce in un comunicato che in totale le polizie di 31 Paesi hanno fermato 228 persone e ne hanno identificate oltre 3800 che trasportavano il denaro. L'operazione "Money Mule", condotta da settembre a novembre, ha portato all'apertura di un migliaio di indagini penali. Con l'aiuto di 650 banche e 17 altri istituti finanziari sono state scoperte 7520 transazioni fraudolente che hanno permesso di evitare "una perdita totale di 12,9 milioni di euro" (oltre 14 milioni di franchi).

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-06 04:21:43 | 91.208.130.87