Keystone (archivio)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
TURGOVIA
3 ore
Una truffa da quasi un milione e mezzo: andrà in carcere
Un fiduciario turgoviese è stato condannato a 36 mesi di detenzione, di cui 12 da scontare, per aver raggirato un'anziana, un asilo nido ed una società privata
ZURIGO
3 ore
Esce di strada e urta un albero: morto 20enne
L'incidente è avvenuto oggi a Elgg. Inutili i tentativi di rianimazione
SVIZZERA
3 ore
Le chat di Whatsapp restano criptate
La Confederazione non intende obbligare i fornitori di servizi di messaggeria a rendere i dati accessibili alle autorità giudiziarie
SVIZZERA
4 ore
Accordo quadro: «Nessuna firma se non si chiariscono i punti in sospeso»
Il Consiglio federale risponde all'interrogazione inoltrata da Marco Chiesa dopo le dichiarazioni dell'ambasciatore Matthiessen
GRIGIONI
4 ore
Tampona un Suv fermo, due feriti leggeri
Il 79enne non si è accorto del blocco momentaneo volto a permettere il trasporto di legname. L'impatto è stato inevitabile
BASILEA CITTÀ
4 ore
In strada per i sans-papiers
La dimostrazione è avvenuta a un anno dalla presentazione di dieci domande per cosiddetti casi di rigore. Sei sono state approvate
SVIZZERA
6 ore
«Malgrado le opposizioni, il 5G non è a rischio»
Il CEO di Swisscom ritiene di poter coprire entro la fine dell'anno oltre il 90% del Paese con la rete mobile di nuova generazione
GRIGIONI
6 ore
Centauro investito da un'auto
Il 27enne è stato trasportato all'ospedale di Coira con ferite di media gravità
SVIZZERA
6 ore
Autopostale: «Vigilanza lacunosa da parte di Berna»
La Commissione della gestione del Consiglio degli Stati punta il dito contro il Consiglio federale: «È evidente che si dovrà aumentare la vigilanza sulle aziende parastatali»
SVIZZERA
7 ore
Cassis invita al rispetto del multiculturalismo
Il consigliere federale ha tenuto un discorso alla conferenza generale dell'Unesco
SVIZZERA
8 ore
Treni, Mister Prezzi chiede un taglio sui prezzi dei biglietti
Per Meierhans il costo dei titoli di trasporto deve calare del 2%: «Posso assicurare l'utenza che rimarrò sul pezzo»
SVIZZERA
8 ore
Un argoviese ha diretto la prigione della tortura in Siria
Lo svizzero Thomas C. è stato tra i primi europei a partire per la Jihad e in breve tempo ha scalato le gerarchie dello Stato Islamico. Ha formato alcuni terroristi che hanno colpito l'Europa
SONDAGGIO
SVIZZERA
9 ore
Il 40% di chi lavora vorrebbe continuare a farlo anche dopo l'età della pensione
La maggior parte gradirebbe proseguire a tempo parziale mentre il 5% sarebbe volentieri disponibile a un tempo pieno
SOLETTA / ARGOVIA
9 ore
Gösgen e Leibstadt, no all'imballaggio delle scorie
Le due centrali nucleari non realizzeranno sui propri siti degli impianti per l'imballaggio delle scorie radioattive
SVIZZERA
9 ore
Massimo un milione di franchi per i dirigenti
La remunerazione presso le FFS, la Ruag, la Posta, la Suva, Swisscom, Skyguide e SSR non può superare quella di un consigliere federale
SINGAPORE / SVIZZERA
9 ore
UBS multata dalle autorità di Singapore per 8,1 milioni di franchi
La colpa: i suoi collaboratori avrebbero ingannato diversi investitori. I clienti raggirati saranno risarciti, promette la banca
SVIZZERA / ETIOPIA
10 ore
Sika inaugura una fabbrica di malta in Etiopia
Lo stabilimento permetterà di offrire prodotti locali a un mercato edile in forte espansione, fa sapere il produttore
SVIZZERA
10 ore
Terrorismo, oltre 300 divieti d'entrata
Nel periodo tra il 2016 e il 2018 la Fedpol ha emesso anche 19 espulsioni
SVIZZERA
10 ore
Zurich si pone obiettivi ambiziosi per i prossimi anni
L'assicuratore punta ad un rendimento dell'utile operativo al netto delle imposte di almeno il 14%
SVIZZERA
10 ore
Il Governo risponde a Quadri: «La sospensione di Schengen non è fattibile»
Il consigliere nazionale leghista auspicava la decisione dopo la riapertura dei porti italiani
SVIZZERA
10 ore
Aumentano le domande d'asilo ad ottobre
Lo scorso mese ne sono state presentate 1'273, ovvero 76 in più rispetto a settembre. La maggior parte di loro proviene da Eritrea, Afghanistan, Turchia, Siria e Algeria
GINEVRA
09.11.2019 - 08:060
Aggiornamento : 10.11.2019 - 19:50

La porta rimane aperta, ma il treno viaggia a tutta velocità

Tre incidenti simili in una settimana. Le FFS: «Verificheremo, ma non c'è un problema di sicurezza generalizzato»

GINEVRA - Il problema si è verificato questo giovedì, sul treno delle 19:02 in partenza dall'aeroporto di Ginevra in direzione di Losanna. Si è riproposta la stessa situazione presentatasi lo scorso venerdì su un InterRegio tra Ginevra e Nyon. Ancora una volta, insomma, una porta è rimasta aperta per quindici minuti, mentre il convoglio viaggiava a tutta velocità.

«Ero seduto lì vicino. Mi sono assicurato che nessuno si avvicinasse, soprattutto un bambino», spiega a 20 Minutes un bernese tornato da un viaggio all'estero. Dopo circa un quarto d'ora un controllore si è affacciato e ha risolto il problema.

Il problema tecnico si era già manifestato su un treno nel canton Argovia. In quest'ultimo caso, il vagone difettoso era dello stesso tipo di quello travolto dalle critiche dopo l'incidente mortale, questa estate a Baden (AG) (dove un macchinista aveva perso la vita dopo essere rimasto bloccato in una porta).

«Nessun problema di sicurezza generale» - Le FFS, che confermano l'incidente di giovedì, spiegano che un'indagine è stata aperta per far luce sull'accaduto. Ciò includerà l'analisi del corretto funzionamento del sistema di controllo e di altri elementi.

Per quanto riguarda questi tre incidenti, verificatisi tutti in una settimana, le FFS spiegano che «i treni coinvolti saranno bloccati fino a quando non saranno noti i risultati delle verifiche». Viene spiegato inoltre che i meccanismi di chiusura non sono gli stessi su tutti i treni. «Se le nostre indagini rivelassero un problema di sicurezza generale, prenderemmo immediatamente le misure necessarie, ma oggi non è così», assicurano.

Commenti
 
Maxy70 1 gior fa su tio
Ma nessun problema! Qualcuno vola fuori dal treno in velocità, magari un bambino o un anziano (l'uno disattento, l'altro impacciato) ma non sussiste alcun problema di sicurezza! Stranamente quando eravamo in Svizzera, c'era un capo stazione che autorizzava la partenza del convoglio, non si partiva con le porte aperte! Fra poco come in India, viaggeremo sul tetto. Tanto basta attaccarsi bene! Nessun problema.
vulpus 3 gior fa su tio
Vi è da sperare che cambiando il direttore ci siano maggiori attenzione questi problemi e non solo milioni da investire nelle stazioni
Marko Bekčić 5 gior fa su fb
Dejan Savic
Dejan Savic 5 gior fa su fb
mamma mia FFS sempre più schifo...
Manuela Quattropani 5 gior fa su fb
Non c'è un problema di sicurezza!!€ tranquilli tutto in regola!'!!
Antonella Ratti 5 gior fa su fb
Sempre meglio..
klich69 5 gior fa su tio
Finché non scappa il morto non è problema di sicurezza. Macchinisti peggio del fantozzi e tecnici ffs reclutati in calambria.
Mattiatr 5 gior fa su tio
@klich69 Cosa centrano i macchinisti? Loro guidano, mica guardano le porte.
Bayron 5 gior fa su tio
Sempre più Italia ma a costi svizzeri!!
centauro 5 gior fa su tio
Per sandrini sirio (scritto volutamente minuscolo): partendo dal fatto che scrivi "FRONTAGLIERI" e arrivando al pensiero che esprimi si deduce il non sufficiente livello culturale che hai acquisito!!!
Alessandro Ale Marra 5 gior fa su fb
Mara Pedrazzi 5 gior fa su fb
FFS= Forza! Facciamoli Spaventare
Nunzia Conte Iorio 5 gior fa su fb
Ma che succede erano i migliori
Sandrini Sirio 5 gior fa su fb
Nunzia Conte Iorio ha detto giusto "Erano"
Giorgio Buzzini 5 gior fa su fb
Sandrini Sirio ma molti anni fa
tip75 5 gior fa su tio
wow sempre meglio....cosa vuoi che sia la sicurezza con una porta aperta,magari e’ solo una percezione di pericolo?buffoni
Maurizio Roggero 5 gior fa su fb
Se la porta rimane aperta i passeggeri hanno tutto il diritto di tirare il freno di emergenza!
Marco Sidella 5 gior fa su fb
Maurizio Roggero tra l'altro!
BillieJoe 5 gior fa su tio
I prezzi dei biglietti continuano ad aumentare, ma il personale a calare... Più soldi intascano, e meno per la sicurezza ne spendono... I pezzi di ricambio saranno quelli smaltiti nei Burundi, i meccanici qualificati che costano vengono lasciati a casa, per poi magari farci mettere le mani a chi fa le pulizie o semplici manutentori... Oggi giorno si pensa solo a fare utile e basta, ma d'altronde non mi meraviglia, le FFS sono dello stato, e ovunque ci sia di mezzo lo stato, diventa automaticamente una truffa legalizzata!!! Se fosse successa una cosa simile, ripetuti malfunzionamenti su TPL, FART o Posta, lo stato ladro avrebbe già tolto la licenza... ME _ DE!!!
TI.CH 5 gior fa su tio
Verificheremo! Verificheremo! La solita solfa .
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-14 21:26:49 | 91.208.130.89