Keystone
ZURIGO
19.08.2019 - 19:140

Spintona 79enne alla fermata del bus, pena incondizionata di 24 mesi

La pensionata era morta tre giorni dopo in ospedale

ZURIGO - Il tribunale distrettuale di Zurigo ha condannato oggi una donna di 31 anni a una pena incondizionata di 24 mesi per aver spintonato una 79enne alla fermata del bus di Zurigo-Affoltern nel maggio 2018. La pensionata era morta tre giorni dopo in ospedale.

Alla 31enne, che ha già trascorso più di un anno in detenzione per motivi di sicurezza e non ha voluto esprimersi durante l'udienza, è stato anche ordinato un "piccolo internamento": la corte ha così seguito le richieste del Ministero pubblico, mentre la difesa chiedeva l'assoluzione. La sentenza non è ancora passato in giudicato.

La donna è stata riconosciuta colpevole di tentate lesioni personali gravi: non è stato possibile stabilire un legame di causalità tra la caduta della 79enne e la sua morte, inoltre la responsabilità penale della 31enne è ridotta a causa della schizofrenia paranoica che le è stata diagnosticata da un esperto psichiatra.

I fatti risalgono al 23 maggio 2018 quando le due donne si trovavano a una fermata dell'autobus nel quartiere di Affoltern a Zurigo. Secondo l'atto di accusa la donna allora 30enne aveva spintonato violentemente la pensionata che era caduta battendo la testa e le ginocchia.

La 79enne aveva riportato ferite anche al volto. La pensionata era morta in ospedale per un'emorragia interna in seguito alla rottura del tessuto dell'aorta tre giorni dopo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 03:24:08 | 91.208.130.86