Foto lettore 20 Minuten
ARGOVIA
18.08.2019 - 18:100

«Ha sbattuto a terra la bimba più volte. Da lui non me lo sarei mai aspettato»

Sono drammatiche le testimonianze del grave episodio avvenuto ieri a Brugg. Protagonista, suo malgrado, una bambina di 4 anni aggredita dal padre

BRUGG - «L’uomo stava urlando con la moglie nel sottopassaggio della stazione. A un certo punto ha buttato a terra la bambina con violenza». È questa la drammatica testimonianza di un ragazzino che ha assistito a quanto accaduto ieri al centro commerciale Neumarkt di Brugg (Argovia).

Un 50enne iracheno, poco prima delle 15, ha ferito gravemente la figlia di quattro anni, che si trovava in compagnia della mamma.

Una delle prime persone che sono intervenute è un impiegato del Denner, proprio di fronte al luogo in cui è avvenuta la triste vicenda: «Sono tornato al lavoro dopo il grave fatto - ha raccontato a 20 Minuten - ma quelle scene non mi usciranno mai di testa». 

Chi ha assistito alla scena descrive i colpi brutali che la piccola ha subito e dettagli raccapriccianti. «L'uomo ha gettato sua figlia sul pavimento almeno due volte. Penso che la bambina abbia colpito con la testa il bordo di un piccolo piedistallo. I dipendenti della farmacia hanno preso la piccola e l’hanno nascosta. Era apparentemente priva di sensi».

Alcuni testimoni raccontano che i due adulti litigavano per motivi di soldi e perché l’uomo non poteva vedere la figlia. «Un uomo ha colpito il 50enne, hanno litigato in turco». Anche altri due uomini avrebbero cercato di fermare il padre fino all’arrivo della polizia.

Secondo i racconti la madre era sotto shock: «Era paralizzata e non riusciva a reagire. La nonna, anche lei presente, era in lacrime».

La piccola ha riportato ferite molto gravi. Il padre è stato arrestato poco dopo. L’uomo è noto nella zona, tutti parlano di lui come un uomo amichevole. «Non mi sarei mai aspettato niente del genere da lui». Della donna dicono invece che è una madre single.

La polizia, nelle sue indagini, potrebbe essere aiutata dai filmati delle videocamere di sorveglianza presenti nel complesso.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-07 00:21:21 | 91.208.130.87