Keystone (archivio)
Non gradito a Ginevra, farà ritorno in Portogallo.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FRIBURGO / APPENZELLO ESTERNO
8 ore
Liquami nei torrenti, maxi moria di pesci
FRIBURGO / VAUD
8 ore
La barca si capovolge, nuotano oltre un'ora per raggiungere la riva
VAUD
9 ore
La polizia passa all'azione e sloggia i manifestanti
GRIGIONI
9 ore
Violento scontro, conducenti feriti e furgoni distrutti
BERNA
9 ore
L'impresa estrema di 4 ricercatori in spedizione nell'Artico
SVIZZERA
10 ore
UBS e Credit Suisse, un topmanager sarebbe stato pedinato
SVIZZERA / STATI UNITI
10 ore
In vigore la convenzione contro le doppie imposizioni
NEUCHÂTEL
10 ore
Trovato un cadavere vicino ad una scuola
SOLETTA
11 ore
La maggioranza degli svizzeri si fida delle centrali nucleari
BASILEA CITTÀ
11 ore
L’autista dello scuolabus picchia il bambino di 9 anni
ZURIGO
13 ore
Scritte contro Erdogan, la giustizia svizzera sconfessa la Turchia
SVIZZERA
13 ore
Siamo sempre più spaventati, xenofobi e un po’ omofobi
SOLETTA
13 ore
Bimba cade da cavallo e perde la vita
SVIZZERA
13 ore
«Tassare al 90% i capitali oltre i 2 miliardi»
SAN GALLO
14 ore
Poliziotto si spara alla gamba durante un'esercitazione
GINEVRA / VAUD
24.05.2019 - 12:430

Pitbull sfugge al sequestro: «Potrà tornare in Portogallo»

Il Tribunale federale ha accettato la proposta del proprietario. Il molosso, nato nel Paese lusitano ed esportato in Svizzera, fa parte delle razze non più ammesse dalla legge cantonale sui cani

GINEVRA - Un cane, nato da un incrocio con un pitbull, sfugge al sequestro definitivo ordinato dal Servizio veterinario ginevrino. Il Tribunale federale (TF) ha infatti ammesso la proposta del suo proprietario di riportare il molosso in Portogallo.

Nato nel settembre 2015, nel Paese lusitano, l'animale era stato importato in Svizzera nel febbraio 2018. Il suo passaporto menzionava "razza indeterminata". Al momento della sua introduzione nella banca dati svizzera per i cani, un veterinario ginevrino l'aveva designato come un «incrocio gran pitbull - terrier».

Questa denominazione non era piaciuta al Servizio cantonale veterinario che aveva effettuato un'ispezione e in seguito sequestrato il cane. Quest'ultimo era considerato dall'amministrazione come un incrocio di una razza pitbull, che non è più ammessa dalla legge cantonale sui cani.

Proporzionalità - In una sentenza pubblicata oggi, il Tribunale federale ricorda che il sequestro di un cane costituisce una restrizione grave della garanzia della proprietà. Una tale misura è tuttavia giustificata dall'obiettivo della legge ginevrina sui cani che è quello di preservare la sicurezza pubblica e di proteggere la popolazione.

Il principio della proporzionalità avrebbe però dovuto indurre il Servizio veterinario cantonale ad ammettere il provvedimento meno severo formulato dal ricorrente. Quest'ultimo proponeva infatti di riportare il cane in Portogallo presso la madre.

Tale soluzione consente di porre fine al soggiorno illecito dell'animale sul territorio ginevrino, tenendo conto degli interessi del proprietario e della collettività. Il Tribunale federale raccomanda quindi al Servizio veterinario di assicurarsi che l'espulsione avvenga quanto prima.

Commenti
 
occhiaperti 3 mesi fa su tio
Pericolosi non sono i cani siamo noi con i nostri comportamenti. Come mai se no, un Golde Retriever riesce a tirare giù la guancia di una ragazza di 4 anni? Non si nasce pericoloso ne un cane ne un essere umano - si fa diventare con l'educazione ricevuta. Perciò, sarebbe di cambiare l'elenco dei cani pericolosi in un elenco di gente pericolosi e poi decidere chi può tenere un cane e chi no. In messo è sempre il povero animale che in caso più estremo viene sopresso. Riccordiamoci il caso "Damiano" fu ucciso al carnevale. Nessun degli attori è stato soppresso.... Hanno trovato delle gente che come un prostituta fa nnociò che le viene chiesto per soldi....
seo56 3 mesi fa su tio
Sana decisione!!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 01:20:45 | 91.208.130.87