ZURIGO
09.02.2019 - 14:010
Aggiornamento 18:58

Pensa di essere il gatto con gli stivali, aggredisce due donne

Un uomo con gravi problemi psichiatrici è stato condannato a 1 anno di carcere per aver spinto una donna giù da una scala mobile e a averne aggredita un'altra nel marzo del 2018

ZURIGO - La sua è stata un'aggressione gratuita e totalmente imprevedibile. Nel marzo dello scorso anno, un 39enne ha spinto violentemente una donna giù da una scala mobile alla stazione ferroviaria di Zurigo. La sventurata è caduta, con la testa in avanti, sul pavimento in pietra. Per pararsi dal colpo, la sessantenne si è rotta il braccio sinistro, riferisce il "Blick".

Una settimana dopo, il trentenne - apparso giovedì davanti al Tribunale cantonale di Zurigo -, ha attaccato un'altra donna, anch'essa nella stazione di Zurigo. Alla 27enne ha sferrato un calcio al polpaccio. Anche in questo caso l'agressione è avvenuta su una scala mobile. Quando la vittima si è voltata è stata poi colpita violentemente al volto.

Rischio elevato di recidiva - L'aggressore, in AI, è stato arrestato otto giorni dopo. Durante il suo arresto ha riferito più volte alla polizia, tra miagolii, di essere il gatto con gli stivali. Secondo un rapporto psichiatrico, soffre di schizofrenia paranoide.

Interrogato giovedì dai giudici, si è difeso: «La donna che ho spinto ... è colpa sua! Lei sta mentendo». L'uomo afferma inoltre di non sapere nulla della seconda aggressione. Secondo il "Blick", l'imputato, apparso disturbato anche durante la difesa, ha dichiarato di sentire voci dall'infanzia.

Per lui è stata decisa una condanna a un anno commutata in misure terapeutiche stazionarie visto l'elevato rischio di recidiva.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-02-17 19:51:51 | 91.208.130.85