Maria Engström-Andersson / FB
SVIZZERA / SVEZIA
14.01.2019 - 14:150
Aggiornamento : 16:26

«Mio figlio non ricorda nulla dell'incidente»

Parla il padre dell'unico ragazzo sopravvissuto nel tragico schianto avvenuto a sud-est di Kiruna che è costato la vita a sei giovani svizzeri

BERNA - Il tragico incidente avvenuto a sud-est di Kiruna, nel quale hanno perso la vita sei giovani svizzeri, ha scioccato la popolazione di Adelboden, dove abitavano cinque delle sei vittime.

Il post della Chiesa - Gli amici provenienti dal Canton Berna facevano tutti parte della Chiesa "Gemeinde für Christus" che domenica mattina li ha ricordati in un post sul proprio profilo di Instagram. «Abbiamo appreso dell'incidente mortale che ha colpito sei giovani membri della nostra comunità. Vi chiediamo di pregare per loro».


Instagram

«Ci mancheranno tantissimo» - Un membro della Chiesa - contattato da 20 Minuten - li ricorda con commozione. «Questo incidente ci ha sconvolti». Le vittime erano infatti molto apprezzate nella comunità eclesiastica. «Facevano parte del coro maschile. Ci mancheranno tantissimo».

Telefonata angosciante - Solo uno degli amici è sopravvissuto al terribile schianto: un 23enne di Adelboden. Il padre del ragazzo, che ha preso il primo volo per la Svezia e ha raggiunto il figlio ferito, ha raccontato a 20 Minuten l'angoscia provata domenica mattina, quando ha ricevuto una chiamata dalle autorità svedesi. «Il portavoce ha esordito dicendomi che c'erano brutte notizie». E quando ha parlato di sei morti, il padre, ovviamente, ha pensato al peggio. «Solo durante la conversazione ho appreso che mio figlio era sopravvissuto, ma che i suoi sei amici non ce l'avevano fatta».

«Mio figlio non ricorda l'incidente» - Il padre decide immediatamente di andare in Svezia e attualmente è all'ospedale con il figlio. «Ha alcune costole rotte, un polmone perforato e vari ematomi in testa». Il giovane stando ai bollettini medici dovrebbe guarire in uno o due mesi. «Mio figlio non ricorda nulla dell'incidente. Quando è avvenuto stava dormendo. Si è destato solo a bordo dell'elicottero che lo stava trasportando in ospedale».

Maria Engström-Andersson
Ingrandisci l'immagine

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-02 07:50:59 | 91.208.130.85