20 minutes
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FRIBURGO / APPENZELLO ESTERNO
16 ore
Liquami nei torrenti, maxi moria di pesci
FRIBURGO / VAUD
16 ore
La barca si capovolge, nuotano oltre un'ora per raggiungere la riva
VAUD
17 ore
La polizia passa all'azione e sloggia i manifestanti
GRIGIONI
18 ore
Violento scontro, conducenti feriti e furgoni distrutti
BERNA
18 ore
L'impresa estrema di 4 ricercatori in spedizione nell'Artico
SVIZZERA
18 ore
UBS e Credit Suisse, un topmanager sarebbe stato pedinato
SVIZZERA / STATI UNITI
18 ore
In vigore la convenzione contro le doppie imposizioni
NEUCHÂTEL
19 ore
Trovato un cadavere vicino ad una scuola
SOLETTA
19 ore
La maggioranza degli svizzeri si fida delle centrali nucleari
BASILEA CITTÀ
19 ore
L’autista dello scuolabus picchia il bambino di 9 anni
ZURIGO
21 ore
Scritte contro Erdogan, la giustizia svizzera sconfessa la Turchia
SVIZZERA
21 ore
Siamo sempre più spaventati, xenofobi e un po’ omofobi
SOLETTA
21 ore
Bimba cade da cavallo e perde la vita
SVIZZERA
22 ore
«Tassare al 90% i capitali oltre i 2 miliardi»
SAN GALLO
22 ore
Poliziotto si spara alla gamba durante un'esercitazione
GINEVRA
15.10.2018 - 21:340

La moglie partorisce d'urgenza, multato il marito

Il neo papà ha lasciato l'auto nella zona "Kiss & Ride". La Fondazione dei parcheggi si rifiuta di annullare la multa

GINEVRA - «Quando sono arrivati con mia moglie all’ospedale, ci hanno fatto andare d’urgenza in sala parto, dato che il travaglio era già in uno stadio avanzato. Mio figlio è nato un’ora più tardi» spiega Pedro. Una volta effettuate tutte le formalità post nascita, il neo papà è sceso per posteggiare meglio l’auto, lasciata frettolosamente nell’accesso “Kiss & Ride” del reparto maternità dell'ospedale di Ginevra. Ma una volta raggiunta la propria auto, l’uomo ha trovato una multa da 120 franchi. Nello specifico, è stata appoggiata sul parabrezza alle 10.27, l’ora esatta in cui la futura mamma veniva registrata in ospedale il 25 luglio.

«Se avessi potuto, avrei parcheggiato nei posteggi autorizzati. Ma non mi è stato possibile. Durante il parto, in un momento tranquillo, ho chiesto all’ostetrica se potevo scendere per cambiare posto all’auto. Ma mi ha risposto che il bebè sarebbe potuto arrivare da un momento all’altro» racconta il papà. Pedro riconosce che la sua auto non avrebbe dovuto restare troppo a lungo in quel parcheggio, ma «non potevo mica perdermi la nascita di mio figlio!».

Su consiglio dell’accoglienza del reparto maternità, ha dunque scritto alla Fondazione dei posteggi tre settimane dopo i fatti, per chiedere l’annullamento della multa. Nella lettera Pedro spiega l’urgenza della situazione e propone all’istituzione di contattare l’ospedale affinché possano confermare i fatti. Una settimana più tardi arriva la doccia fredda: «I motivi e le circostanze invocate non giustificano l’annullamento della multa» risponde la Fondazione.

La coppia, sotto shock, lascia passare un mese. Questa volta è la mamma a prendere l’iniziativa, scrivendo alla Fondazione e allegando le prove della maternità. Ma la risposta è identica a quella precedente. Pretendendo una nuova risposta personalizzata, la terza risposta recita: «Il termine per pagare la vostra multa è scaduto. [...] Riceverete prossimamente una risposta dal Servizio delle Contravvenzioni.

Contattata, la Fondazione dei parcheggi ha preso posizione sul caso specifico: «Scegliendo di non tornare subito a spostare il proprio veicolo, il neo papà ha, come dimostrano le foto scattate dai nostri agenti, completamente bloccato l’accesso al parcheggio “Kiss & Ride” a lungo, obbligando i potenziali utenti a far manovra in piena strada per lasciare una persona che non può muoversi (...). I nostri agenti devono vigilare affinché la sicurezza di tutti gli utenti sia garantita».

Siccome la coppia non ha pagato la multa entro la scadenza, dovranno fare opposizione quando arriverà l’ordinanza penale che sarà inviata dal Servizio delle Contravvenzioni. Pedro e sua moglie non riescono ancora a capire come possa esserci stata una totale mancanza di «comprensione, empatia e umanità» della Fondazione dei parcheggi.

Commenti
 
bobà 11 mesi fa su tio
CI risiamo: articolo tendenzioso di cui si sente solo una campana anche se, pure io, di primo acchito trovo la multa inopportuna. Chiedo alla redazione di postare la foto dell'auto posteggiata in malo-modo. Solo così si potrà giudicare
Biagio 11 mesi fa su tio
Beh, sarebbe simpatico farla pagare al figlio visto che aveva fretta di nascere. Ad ogni modo, con una cosi' grande gioia ci si mette pure a scrivere per la multa di 120 franchi. Mah, ognuno ha le sue priorità.
dan007 11 mesi fa su tio
La severità delle sanzioni non è applicata a dovere molti di cultura straniera di oarcheggiano in doppia fila nelle strade per far scendere e salire persone e alla rotonda della stazione molto bloccano la rotonda per lo stesso motivo per non imboccare il posteggio che in più e gratis i primi 10 minuti nessun poliziotto interviene eppure bloccano traffico che in quel punto e una catastrofe nelle ore di punta
matteo2006 11 mesi fa su tio
Foto di come ha parcheggiato l'auto? Sono stanco di leggere articoli di gente che si lamenta perchè viene sanzionata per aver commesso delle infrazioni. Pagate 120.-, e dopo lamentatevi se proprio vi sentite di farlo visto che in ogni modo il vostro comportamento è stato sbagliato. Una volta registrata la moglie poteva tornare di corsa a spostare l'auto o almeno posteggiarla meglio "completamente bloccato l’accesso al parcheggio “Kiss & Ride”" non dopo oltre un ora.
miba 11 mesi fa su tio
Certo che in questo paese i funzionari pirla non finiscono mai
sedelin 11 mesi fa su tio
avanti così che fra non molto ci sarà l'emigrazione verso lidi più cool.
F/A-18 11 mesi fa su tio
@sedelin L'emigrazione è già iniziata.
Danny50 11 mesi fa su tio
Soliti funzionari fuchi
Dragon76 11 mesi fa su tio
Dovevanp chiamarlo "Kiss and pay"
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 09:34:07 | 91.208.130.85