Immobili
Veicoli
Foto lettore
VALLESE
17.03.2018 - 17:050
Aggiornamento : 22:45

Valanga a Riddes: trovato un secondo corpo, ancora due dispersi

L'identificazione delle vittime è tuttora in corso. Le persone coinvolte sono cittadini vodesi e francesi

RIDDES - I soccorritori hanno estratto dalla neve i corpi senza vita di due dei sei sciescursionisti travolti ieri pomeriggio da una valanga nel comprensorio sciistico delle 4 Vallées, nel Vallese centrale. Due altre persone sono tuttora disperse e in serata le ricerche sono state sospese.

Le vittime, seppellite da una coltre di neve spessa sei metri, sono un 20enne e un 25enne francesi, indica la polizia cantonale. Il primo è stato rinvenuto la scorsa notte, l'altro stamane. I dispersi sono un 32enne francese e un 57enne vodese.

Stando al portavoce della polizia vallesana Stève Léger, nella notte, verso le 3.30, era stata decisa un'interruzione temporanea delle ricerche in seguito alle difficili condizioni meteo: a causa della pioggia e delle dense nubi gli elicotteri di soccorso non erano in grado di volare.

Le ricerche sono riprese verso le 9.00, ma sono portate avanti solo dalle squadre di soccorso di terra. In serata sono state di nuovo sospese: verranno portate avanti a seconda delle condizioni meteorologiche e dei rischi, afferma in una nota la polizia, che è in contatto con le famiglie interessate.

La colata nevosa scesa ieri verso le 14.50 a circa 220 metri di quota nel Vallon d'Arbi, sopra Riddes, è di grandi dimensioni: è lunga circa 400 metri e larga 150. Una persona era riuscita ad evitare la valanga e altre due erano state tratte in salvo già ieri pomeriggio.

Stando ai primi elementi dell'inchiesta, gli sciatori non erano muniti di alcun dispositivo di ricerca per vittime in caso di valanga (ARVA). L'itinerario segnato che percorre il lato sinistro del Vallon d'Arbi era "aperto" perchè reputato sicuro e non è infatti stato raggiunto dalla slavina. Gli sciatori si trovavano invece sul fianco destro del canalone, dove è scesa la massa nevosa, precisa la polizia.

Alle ricerche partecipano Air-Glaciers, Air-Zermatt, la colonna di soccorso del Club alpino svizzero (CAS), squadre di soccorso locali, diversi cani da valanga e agenti della polizia vallesana.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-26 02:04:20 | 91.208.130.85