ZURIGO
13.01.2018 - 13:530

Omicidio-suicidio in ospedale: i due anziani non volevano che la morte li dividesse

Nell'annuncio mortuario della famiglia la conferma secondo cui l'omicidio-suicidio sarebbe stato deciso per rimanere uniti. Anche nella morte

AFFOLTERN AM ALBIS - La famiglia degli ottuagenari morti all'ospedale di Affoltern am Albis (ZH) ha pubblicato oggi un annuncio mortuario. Anche per i parenti - che confermano quanto già dichiarato da alcuni conoscenti dei due anziani - la coppia ha voluto evitare una separazione imminente. Per questo l'83enne, nella notte tra martedì e mercoledì, ha sparato alla moglie prima di rivolgere l'arma contro di sé.

I fatti sono avvenuti poco dopo la mezzanotte: gli infermieri dell'ospedale hanno udito dei colpi di pistola provenienti dalla camera della donna. Accorsi sul posto, hanno trovato la paziente nel suo letto e il marito a terra. Entrambi erano feriti da colpi d'arma da fuoco e sono deceduti nonostante i tentativi di rianimazione.

Stando all'annuncio pubblicato oggi in alcuni quotidiani d'Oltralpe, i due anziani erano sempre più spesso separati, esclusi dalla vita di famiglia e dalle relazioni sociali a causa dei crescenti problemi legati all'età e allo stato di salute.

La coppia non sopportava l'idea di un'imminente e definitiva separazione dovuta al ricovero della donna in una struttura medicalizzata a causa delle gravi condizioni di salute. «Hanno sempre seguito la loro strada assieme con vigore e volevano essere uniti anche nella morte», precisa la famiglia.

3 mesi fa Omicidio-suicidio in ospedale: «Restava con lei giorno e notte»
3 mesi fa Spara alla moglie in ospedale, poi si uccide
Potrebbe interessarti anche
Tags
anziani
due anziani
morte
ospedale
famiglia
omicidio-suicidio
annuncio
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-04-23 09:47:42 | 91.208.130.87