Archivio Keystone
LUCERNA
23.11.2017 - 20:300

Clinica psichiatrica nella bufera, usava i pazienti come cavie?

Tra gli anni Cinquanta e Sessanta nell'istituto di St. Urban sarebbero stati somministrati farmaci non omologati a circa 200 pazienti

LUCERNA - Tra gli anni Cinquanta e Sessanta nella clinica psichiatrica di St. Urban (LU) sarebbero stati somministrati a circa 200 pazienti farmaci non omologati.

I medicinali sarebbero stati forniti gratuitamente dall'industria farmaceutica basilese, che in contropartita avrebbe avuto accesso ai risultati.

È quanto ha affermato stasera alla televisione svizzerotedesca SRF lo storico della medicina Urs Germann. Casi di questo tipo non sono nuovi. In aprile era emerso che la clinica psichiatrica basilese aveva agito nello stesso modo fra gli anni Cinquanta e Settanta.
 
 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-24 17:32:49 | 91.208.130.85