Keystone
ZURIGO
13.10.2017 - 20:390

La chiamata arriva dal 117, ma è una truffa

Falsi ufficiali di polizia chiedono alle vittime di versar loro denaro. La polizia rende attenti

ZURIGO - La polizia del Canton Zurigo mette in guardia i cittadini contro una nuova truffa. I malviventi si fingono agenti di polizia affidandosi allo sproofing, un termine inglese che indica la falsificazione dell’indirizzo IP o numero di telefono. Le vittime, quando vengono chiamati dai truffaotori, vedono sullo schermo il numero della polizia, il 117.

Dall’inizio della settimana i cittadini hanno già segnalato alla polizia (quella vera) diversi casi di truffa.

Come funziona - Durante la conversazione telefonica, alla quale le persone rispondono vedendo sul display il numero della polizia 117, i truffatori segnalano che i conti bancari dove le vittime depositano il denaro non sono più sicuri. A questo punto viene chiesto di prelevare tutti i soldi e di consegnarli alla polizia, per questioni di sicurezza.

Stando a quanto dichiarato dalla polizia zurighese, fortunatamente nessuna vittima è caduta nel tranello. Le persone contattate non hanno creduto alle parole dei truffatori e si sono insospettite.

La polizia ricorda che non chiede mai soldi tramite telefono. Inoltre, se non si è sicuri, si può ricontattare la polizia al 117 e chiedere se effettivamente quello che è appena successo sia vero. Inoltre la polizia ricorda di non consegnare mai denaro a persone sconociute. Le situazioni sospette vanno segnalate sempre al 117.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-16 02:37:41 | 91.208.130.89