Foto lettore
+19
ULTIME NOTIZIE Svizzera
LUCERNA
1 ora
Due persone annegate in un solo pomeriggio
Un 59enne è morto nel Lago dei Quattro Cantoni. L'altra vittima aveva solo 18 anni, scomparso al lido di Baldegg
SVIZZERA
2 ore
Hotel svendesi, causa Covid-19: «Fra i più colpiti Vallese e Ticino»
Sono decine gli hotel svizzeri in vendita e nei prossimi mesi saranno ancora di più, lo sostengono gli esperti
OBVALDO
4 ore
Perde l'equilibrio e precipita per 350 metri
La vittima è una 69enne, il cui corpo è stato recuperato da un elicottero
SVIZZERA
4 ore
"Previdenza sì - ma equa", la raccolta firme si ferma
L'iniziativa proponeva che l'età di pensionamento fosse la stessa per uomini e donne
LIBANO / SVIZZERA
6 ore
Beirut, da Berna 4 milioni di franchi
L'annuncio del Dipartimento federale degli affari esteri. I mezzi saranno destinati a sanità e rifugi d'emergenza
VAUD
7 ore
Bex, ritrovata senza vita nei pressi di un rifugio
La vittima è una 30enne ungherese, residente a Ginevra. Gli inquirenti ipotizzano un incidente di montagna
BERNA
7 ore
Luogo del contagio "ignoto": «Il tracciamento dei contatti rimane poco efficiente»
Alle catene di trasmissione mancano anelli. Un membro della Task force Covid punta il dito contro i Cantoni.
SVIZZERA
8 ore
Coronavirus: per il presidente del CS servono ulteriori aiuti alle aziende
Quelli proposti finora «sono prestiti, non regali», lamenta Rohner. In mente, però, non ha un programma congiunturale.
ZURIGO
10 ore
Il bagno notturno nella Glatt finisce in tragedia
Un 48enne è deceduto dopo aver tentato di soccorrere un amico sorpreso dalle correnti
SVIZZERA
10 ore
In Svizzera 152 nuovi contagi
In calo rispetto a ieri i nuovi positivi, ma il Covid continua a diffondersi
SVIZZERA
11 ore
Exit non assisterà più gli svizzeri residenti all'estero
Lo ha confermato la stessa organizzazione in una lettera ai suoi soci, le motivazioni sono di carattere pratico
BERNA
12 ore
Schianto dello Ju-52: Berna vuole vederci chiaro
L'autorità per l'aviazione olandese è stata incaricata d'indagare sull'incidente e su eventuali manchevolezze dell'UFAC.
GRIGIONI
12 ore
A 143 km/h sugli 80, e dice ciao alla sua Mini (e alla patente)
Un sabato di controlli di velocità in Val Müstair con diversi “flash” e ben 9 patenti ritirate
SVIZZERA
12 ore
«Il riscaldamento climatico sta bruciando le nostre Alpi»
Fra ghiacciai in fusione, siccità e frane l'allarme dell'Iniziativa delle Alpi: «Non si può più tergiversare»
ARGOVIA
09.07.2017 - 18:020
Aggiornamento : 10.07.2017 - 08:27

Maltempo a Zofingen: «Mai visto niente del genere»

Acqua e fango hanno invaso cantine, garage e sottopassaggi. Alcuni abitanti dovranno aspettare i pompieri per giorni

ZOFINGEN - I violenti temporali che si sono abbattuti nel fine settimana a nord delle Alpi hanno causato danni ieri sera soprattutto nella regione di Zofingen, nel canton Argovia.

Non si segnalano feriti, ma nella zona ci sono stati smottamenti di terreno e inondazioni, con varie interruzioni della corrente elettrica. Quasi 500 persone hanno contattato tra ieri sera e oggi la centrale cantonale per segnalare sinistri, ha comunicato laCittà, che non azzarda ancora cifresull'entità dei danni, ma si tratta di «una somma milionaria a tre cifre».

Negozi, cantine, parcheggi sotterranei e gallerie sono stati allagati. Nella cittadina argoviese sono intervenuti 250 fra pompieri, esperti del servizio di protezione chimica e della protezione civile e un squadra delle FFS.

Le testimonianze - I grandi lavori di sgombero sono iniziati questa mattina. Pompieri e tecnici sono all’opera, ma in ogni strada della località argoviese si sente anche il rumore delle scope di saggina con cui gli abitanti tentano di ripulire vialetti e garage. «Nel parcheggio c’erano 15 centimetri d’acqua che poi è finita nella lavanderia», racconta Claudine Buchmüller, una di loro, a 20 Minuten. Con l’aiuto dei vicini ce l’ha fatta a liberare il seminterrato dal fango. «Non ho mai visto niente del genere», assicura un’altra residente. «Cadeva talmente tanta pioggia e grandine che a tratti non si vedeva a 30 centimetri di distanza», aggiunge. Le strade sembravano dei corsi d’acqua: «I miei genitori, che vivono vicino a un bosco, hanno trovato un capriolo morto in giardino questa mattina», conclude la donna.

I violenti temporali stanno costringendo i pompieri e molti tecnici a lavorare a pieno regime anche nella giornata di domenica. Nella località argoviese si continuano a liberare le cantine e i garage allagati con le pompe idrovore e a ripulire le strade, i canali di scolo e i sottopassaggi dal fango e dai detriti. A causa dell’alto numero di segnalazioni di danni gli abitanti devono portare pazienza in alcuni casi: «I pompieri danno la priorità alle situazioni più gravi», spiega un’altra residente. «Siccome da noi ci sono solo alcuni centimetri d’acqua a terra dovremo aspettare qualche giorno», aggiunge. «Speriamo che il nostro sistema di riscaldamento non sia rimasto danneggiato», si augura dal canto suo un abitante del centro storico.

La corrente rimane un miraggio nelle zone della cittadina in cui i pompieri non hanno ancora potuto mettere in sicurezza gli impianti elettrici. I carri attrezzi stanno estraendo dal parcheggio della stazione circa 100 vetture rimaste sommerse.

Problemi al traffico ferroviario e stradale - Le intemperie hanno creato problemi anche al traffico ferroviario e stradale. L'autostrada A1, inondata nella zona tra Zofingen e Oftringen (AG), ha dovuto essere chiusa dopo le 18 e solo dopo le 23 il traffico è tornato normale.

A causa di due binari inondati della stazione di Zofingen sono stati inoltre soppressi ieri sera diversi treni sulla linea Basilea-Lucerna, tra quest'ultima città e Olten. Stamani i treni regionali non circolavano sul breve tratto di linea secondaria tra Langenthal (BE) e St. Urban (LU). Un servizio di bus sostitutivo è stato messo a disposizione dei viaggiatori.

Gli altri paesi più colpiti - Nel vicino canton Soletta i temporali hanno causato danni soprattutto nei comuni orientali di Gretzenbach, Däniken e Dulliken. Una sessantina gli annunci di sinistri alla centrale d'allarme, soprattutto a causa di cantine allagate: 19 nel solo comune di Gretzbach. Il forte vento ha inoltre sradicato parecchi alberi.

Anche a Schwanden, nel canton Glarona, diversi alberi si sono abbattuti sulla strada. Un automobilista olandese si è accorto del pericolo troppo tardi: la sua vettura è rimasta sotto uno di essi e ha riportato "danni totali". Il 30enne conducente è tuttavia riuscito a uscire dall'abitacolo incolume, ha comunicato la polizia cantonale.

Il maltempo ha provocato danni anche nell'Arco giurassiano e nel canton Berna, in particolare a Bienne e Nidau a causa di una forte grandinata. Nell'Alta Argovia bernese sono piovuti in alcuni luoghi fino a 90 litri di acqua per metro quadrato, a Wynau (BE) si sono misurati addirittura 31 litri in soli 20 minuti, ha indicato MeteoSvizzera. Nella regione ci sono state anche alcune grandinate. A sud di Interlaken (BE) il vento ha raggiunto i 105 chilometri orari.

Violenti temporali si sono abbattuti anche nella regione del lago di Costanza, dalla quale non si segnalano però inconvenienti di rilievo.

Foto lettore
Guarda tutte le 19 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Stefano Tonini 3 anni fa su fb
Luca Piccolo e Simona Ghisletta se ci va bene saltiamo il test fisico! ?????
Luca Piccolo 3 anni fa su fb
Devi puntare su quello Tonno ?
Victor Marcus Gualtieri 3 anni fa su fb

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-09 22:50:39 | 91.208.130.85