VAUD
08.05.2017 - 19:110

Si tolse il preservativo: «La condanna rimane, ma non fu stupro»

I giudici del tribunale vodese hanno confermato l'entità della pena per il 48enne, derubricando però il reato ad atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere

LOSANNA - Il Tribunale cantonale vodese ha confermato oggi la pena a 12 mesi con la condizionale inflitta a un francese di 48 anni che nel corso di un atto sessuale si era tolto il preservativo senza avvertire la compagna. La donna, di nazionalità svizzera, aveva espressamente richiesto un rapporto protetto.

I due si erano conosciuti attraverso i social media e i fatti risalgono al giugno del 2015. Il 10 gennaio scorso il tribunale correzionale di Losanna ha riconosciuto il francese colpevole di violenza carnale, una sentenza finora inedita in Svizzera.

In seconda istanza i giudici hanno ora confermato l'entità della pena. Hanno però derubricato il reato: da stupro ad atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere, visto che durante il rapporto sessuale non è stata usata violenza. Il francese, che nel corso delle indagini ha fornito versioni contraddittorie dell'accaduto, non ha escluso la possibilità di presentare ricorso al Tribunale federale.

 

2 anni fa Non usa il preservativo, condannato per stupro
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 06:27:59 | 91.208.130.87