GRIGIONI
13.10.2016 - 12:440

Falsi poliziotti al telefono, casi in aumento

Un'anziana è stata fermata prima che consegnasse diverse migliaia di franchi ai truffatori. La Polizia cantonale grigionese invita alla prudenza

COIRA - Le truffe assumono sempre nuove forme. L'ultima di queste, dalla quale anche la Polizia cantonale grigionese mette tutti in allarme, è il trucco delle telefonate effettuate da presunti poliziotti. Un fenomeno che negli ultimi giorni ha subito una decisa impennata nei Grigioni.

Questi individui, spiega la Polizia in un comunicato, contattano telefonicamente soprattutto persone anziane utilizzando un falso numero della polizia e raccontando, in buon tedesco, che è in corso un'azione contro le truffe e per questo motivo la polizia si preoccupa di mettere al sicuro il loro denaro.

Una persona anziana fra quelle contattate è stata fermata dalla polizia poco prima che consegnasse diverse migliaia di franchi ai truffatori.

Nel mettere in guardia la popolazione, le forze dell'ordine grigionesi precisano alcuni punti da ricordare:

  • La polizia non richiede mai soldi in custodia o per scopi di ricerca.
  • Siate scettici nel ricevere chiamate di presunti poliziotti, soprattutto che parlano il buon tedesco.
  • Si faccia collegare tramite il numero d'emergenza 117 con l'interlocutore.
  • Non dia mai nessuna informazione riguardo alle sue condizioni familiari e finanziarie.
  • Non consegni mai in nessun caso denaro contante o oggetti di valore a persone sconosciute.
  • Fissi con la sua banca dei limiti di prelevamento idonei a lei.
  • Chiami la polizia se siete vittima di una truffa o tentata truffa.
Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-17 14:06:40 | 91.208.130.87