Foto Polizia Cantonale Zurigo
ZURIGO
08.03.2016 - 14:330

Capretta gettata viva nel centro raccolta carcasse

La polizia cantonale è alla ricerca dell'autore del gesto

ZURIGO - Una capra nana viva gettata nel centro di raccolta per carcasse a Grüningen, nel cantone di Zurigo. Il caso risale a domenica 28 febbraio, ma è emerso soltanto oggi grazie al comunicato stampa della polizia cantonale di Zurigo.

Ad accorgersi della presenza della capretta sono stati alcuni passanti che l'hanno sentita belare a squarciagola. Intervenuto sul posto, il responsabile del centro di raccolta ha trovato l'animale nel contenitore delle carcasse con una gravissima ferita alla gola. Nonostante l'intervento dei veterinari, la capretta non è riuscita a sopravvivere ed è morta la notte seguente.

Gli inquirenti ritengono che l'animale, al momento dello scarico nel centro di raccolta, si ritenesse già morto.

Nonostante le indagini svolte dal Servizio di protezione degli animali e dell'ambiente della polizia cantonale in collaborazione con l'Ufficio del veterinario cantonale non si è riusciti a risalire all'origine dell'animale. Non è neppure conosciuta la causa delle ferite alla gola che hanno provocato la morte della capretta nana che aveva un'età tra uno e due anni e una macchia sulla zampa anteriore sinistra.

La polizia cantonale si rivolge a tutti coloro che possano fornire informazioni utili a risalire a colui che ha gettato la capretta nel centro raccolta carcasse.

Foto Polizia Cantonale Zurigo
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Cleofe 4 anni fa su tio
ma tra poco non arriva Pasqua ?
wind24 4 anni fa su tio
infarto? troppo bello, lo vorrei vedere sgozzato in un video dell'ISIS....

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 10:14:11 | 91.208.130.85