SAN GALLO
11.09.2015 - 14:280
Aggiornamento : 15:17

Scandalo all'università, va in scena lo strip-tease

Le associazioni universitarie di San Gallo si sono presentate giovedì ai nuovi studenti in un modo un po' particolare durante la cerimonia ufficiale. Qualcuna ha osato troppo

SAN GALLO - Una scena insolita, almeno in ambito universitario, è stata protagonista ieri all'Università di San Gallo, nell'ambito della settimana d'introduzione obbligatoria per i nuovi studenti. Più di mille di loro si erano riuniti nell'aula principale per assistere alla presentazioni delle diverse associazioni accademiche. Ognuna di loro aveva a disposizione meno di due minuti per presentarsi.

Il gruppo denominato "A.V. Amicitia", associazione riservata esclusivamente agli uomini, ha optato per una presentazione che diversi studenti hanno definito "scioccante". In sostanza hanno invitato una ballerina di strip-tease che si è completamente spogliata, prima di sedersi sulle ginocchia di un membro dell'associazione. La scena è stata subito immortalata ed è finita su "Prisma" il giornale degli studenti, e ovviamente su Facebook.

"Un'immagine degradante per le donne” - "È inaccettabile e scioccante. Una cosa del genere non ha ragion d’essere, in particolare in una delle più prestigiose università del mondo", ha protestato un lettore romando testimone della scena. "Alcune persone sono rimaste scioccate davanti a questa scena. Ma molti universitari hanno anche fatto degli applausi. Mi ricorda le confraternite che ci sono negli Stati Uniti, o  gli innumerevoli casi di molestie sessuali e di stupro che avvengono ogni anno. Il gruppo "A. V. Amicitia" dà veramente un'immagine degradante delle donne", ha spiegato. Diversi altri studenti contattati confermano che la storia dello spogliarello ha fatto rapidamente il giro dell’Università e ora tutti parlano solo di quello.

Possibili provvedimenti disciplinari - Contattata, l'Università di San Gallo non è stata molto felice di apprendere ciò che è accaduto in aula. "Ci distanziamo chiaramente da queste azioni. Condurremo verifiche per determinare chi sono i responsabili. Se si scopre che questa azione è stata pianificata da un'associazione accreditata dall’Università di San Gallo, saranno presi provvedimenti disciplinari", ha detto il portavoce Marius Hasenböhler. 20 minutes non è riuscito a contattare il presidente del gruppo "A. V. Amicitia", gli sforzi sono rimasti vani.

 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-17 07:19:28 | 91.208.130.89