TURGOVIA
13.08.2015 - 14:580
Aggiornamento : 17:02

Guerra tra droni il primo d’agosto: guai in vista

Due turgoviesi hanno armato i loro droni di fuochi d’artificio e li hanno sparati sopra un villaggio, rischiano serie conseguenze

FRAUENFELD - Due piccoli quadricotteri volano poco sopra i tetti di un paesino e si sparano a vicenda fuochi d’artificio. Le famiglie che godono del giorno di festa banchettando sui balconi del villaggio rimangono a bocca aperta. Il video pubblicato su Youtube da un giovane turgoviese porta il titolo “1 August Drohnenflug”, con tanto di didascalie del tipo “Aereo nemico, abbattere”. Il 20enne ha fatto tutto ciò con suo fratello e due droni radiocomandati dotati di videocamera e, ovviamente, una scorta di fuochi d’artificio.

Conseguenze – Secondo il portavoce della polizia cantonale di Turgovia, Matthias Graf, la bravata potrebbe non volar via liscia. “Il volo del drone sopra il villaggio non è un problema”. Ma l’utilizzo dei fuochi d’artificio è ben diverso, i piloti infatti non potevano controllarne l’uso in sicurezza: “Hanno violato le disposizioni di legge sugli esplosivi”. Inoltre sparando fuochi d’artificio dall’alto verso il basso si mettono in pericolo le persone e aumenta il rischio di fuochi all’aperto. “Cercheremo di parlare con i piloti dei droni, abbiamo avviato un’inchiesta”, conferma Graf. L’eventuale punizione, invece, sarà decisa dal Ministero pubblico.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 03:45:54 | 91.208.130.86