Screenshot SRF
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Accordo quadro, strada in discesa grazie alle urne?
L'esito del voto di ieri ha escluso dal parlamento diverse voci critiche nei confronti dell'intesa con Bruxelles
SVIZZERA
8 ore
Quando i manifesti vengono vandalizzati dalle mucche
Da stanotte i cartelloni dei politici hanno cominciato a sparire per lasciare il posto ad altri prodotti. I danneggiamenti hanno interessato tutti i partiti
GRIGIONI
9 ore
Aggrediti alla festa della birra, feriti gravemente due ragazzi
Finita la festa uno dei due ventenni ha chiesto ad altre persone presenti in un piazzale una sigaretta, gesto che ha apparentemente portato alla colluttazione
BERNA
10 ore
Capitale blindata per la partita con il Feyenoord
La polizia cantonale bernese ha organizzato imponenti misure di sicurezza in vista dell'impegno di Europa League di giovedì dello Young Boys
SVIZZERA
10 ore
Boom di morbillo, oltre 200 casi nel 2019
La cifra riguarda il periodo fra gennaio e fine settembre. Lo scorso anno i casi furono 34
BERNA
10 ore
VIP non eletti, ecco chi sono
È una sorte toccata a tanti candidati delle elezioni federali
GIURA
11 ore
Scoperti due cadaveri in un appartamento
I due corpi senza vita sono stati trovati a Haute-Sorne
BERNA
11 ore
Sommaruga in India: si parla di energia e trasporti
La consigliera federale oggi ha incontrato i ministri dell'energia, dell'aviazione civile e delle ferrovie
SVIZZERA
12 ore
L'islamista vodese resta dietro le sbarre
Il Tribunale penale federale ha confermato il prolungamento della detenzione preventiva
SVIZZERA
13 ore
Gli elettori UDC non sopportano Greta Thunberg
Nelle elezioni federali i Verdi hanno potuto contare sulle donne e sui giovani. Ecco i risultati dell’ultimo sondaggio Tamedia
VAUD
13 ore
Agguato, stupro e rapina: dovrà scontare 9 anni
Il Tribunale federale ha confermato la condanna inflitta a un 20enne algerino. L'uomo agì in compagnia di un suo connazionale
SVIZZERA
13 ore
In Svizzera le start-up vanno forte: siamo i quinti al mondo
Per quanto riguarda gli investimenti si parla di quasi 600 milioni di euro nel primo semestre, con un aumento sostanziale rispetto al 2018
BASILEA CITTÀ
14 ore
Buttafuori pugnalato da un cliente
L'uomo si trova in ospedale in gravi condizioni. L'autore dell'aggressione è in fuga
SVIZZERA
14 ore
BNS, averi in vista in aumento di 0,2 miliardi
Nella settimana in rassegna gli averi in conti giro delle banche svizzere presso la BNS hanno superato i 482,6 miliardi di franchi, mentre gli averi a vista si sono attestati a 109,7 miliardi
SVIZZERA
14 ore
Per patrimonio pro capite gli svizzeri restano i più ricchi al mondo
Lo conferma l'annuale Global Wealth Report di Credit Suisse secondo il quale in media "valiamo" più di mezzo milione di franchi
VAUD / ARGOVIA
13.07.2015 - 16:090

La bambina contesa deve tornare in Messico

Il Tribunale federale ha confermato la sentenza del Tribunale d’appello argoviese. La bimba dovrà vivere con la madre

LOSANNA - La bimba deve tornare con la mamma. In Messico. Fa scalpore la decisione del Tribunale federale di Losanna che ha confermato la sentenza del Tribunale d’appello del Canton Argovia del 29 giugno scorso. La bambina di 9 anni dovrà quindi lasciare la Svizzera e la nonna paterna che l’aveva “rapita” per evitare che fosse affidata alla mamma che vive in Messico.

I giudici argoviesi si erano basati su una perizia secondo la quale la bimba non soffre di alcun problema psichico e vanta un grado elevato di maturità per la sua età. Sempre secondo il parere dell'esperto, la bambina ha dichiarato di voler avere contatti sia con la madre che con il padre. Dopo la decisione del TF, del 10 luglio scorso, la bimba ha peraltro potuto incontrare nuovamente il padre.
La vicenda della bimba era balzata agli onori della cronaca a fine maggio, quando le autorità giudiziarie francesi avevano rintracciato la nonna argoviese e la nipotina di 9 anni nel sud della Francia. Le due erano ricercate a livello internazionale. Una volta rientrata in Svizzera la donna 65enne si era poi presentata spontaneamente alla polizia argoviese. Nei suoi confronti è stato aperto un procedimento penale e la nonna è stata posta in detenzione preventiva.

La bimba è nata e ha vissuto in Messico fino all'età di otto anni. Nell'ottobre 2013, i suoi genitori si sono separati. Da allora, secondo la legge messicana, i genitori godono dell'autorità parentale congiunta. La custodia della bimba è stata però affidata alla mamma che vive a La Paz, in Messico.

Dal giugno 2014, approfittando di una vacanza in Svizzera con il padre, la bimba non è più ritornata dalla madre. Nel febbraio di quest'anno la mamma ha allora inoltrato una richiesta di restituzione della figlia, che in un primo tempo il Tribunale del canton Argovia ha respinto. In aprile, il Tribunale federale ha però sconfessato i giudici argoviesi, ordinando il ritorno della bimba in Messico. Contro questa decisione il padre ha quindi interposto ricorso, adducendo che si sarebbe messa in pericolo la salute della bambina: questo perché, da una parte, la piccola non è in grado di viaggiare e, dall'altra, la situazione a livello di sicurezza in Messico - alle prese con violenze legate alla droga - è ritenuta insoddisfacente.

Ma il Tribunale d'appello del canton Argovia ed ora anche il Tribunale federale hanno respinto la richiesta del padre.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-22 01:31:34 | 91.208.130.89