ZURIGO
09.04.2015 - 15:290
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

ETH, professore sotto inchiesta

Il docente è accusato di aver manipolato le immagini di alcuni studi scientifici

ZURIGO - L'ETH di Zurigo apre un'inchiesta per far luce sulle pubblicazioni di un professore di biologia che avrebbe manipolato le immagini di alcuni studi scientifici. Le accuse sono state formulate sui siti internet specializzati PubPEER e Retraction Watch.

Il ricercatore francese Olivier Voinnet, professore di biologia dell'RNA (acido ribonucleico) al Politecnico di Zurigo, figura come autore o coautore delle pubblicazioni "incriminate".

Stando a una nota dell'ETH, le accuse - formulate attraverso i siti internet a partire da gennaio - riguardano soltanto le immagini utilizzate nelle pubblicazioni scientifiche. I risultati degli studi non sarebbero invece messi in dubbio.

L'ETH si dice "molto sorpreso". Il professor Voinnet "è uno scienziato che ha ottenuto importanti risultati nella ricerca, confermati a più riprese da diversi gruppi di ricercatori", scrive nella nota Detlef Günther, vice-presidente responsabile della ricerca presso il Politecnico.

Günther ha ordinato la creazione di una commissione d'inchiesta incaricata di esaminare le pubblicazioni in questione. La commissione sarà composta da quattro persone e sarà diretta da uno specialista esterno al Politecnico.

Vista l'ampiezza delle indagini, è difficile dire quando saranno disponibili dei risultati. Il Politecnico intende fornire informazioni dettagliate soltanto quando avrà a disposizione il rapporto d'inchiesta e tutti i fatti saranno chiariti.

Le accuse di manipolazione interessano anche il centro francese di ricerca CNRS - da dove proviene Olivier Voinnet - e l'Università di Cambridge, i cui ricercatori hanno pure partecipato alle ricerche. Anche queste due istituzioni hanno aperto inchieste.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 07:57:43 | 91.208.130.85