CANTONE / ZURIGO
18.03.2014 - 10:460
Aggiornamento : 20.11.2014 - 13:05

Strade svizzere sull'orlo del collasso, "Ci vuole il pedaggio"

Gli economisti di Credit Suisse: "In cinque anni tempi di coda raddoppiati, ci vuole un pedaggio stradale per entrare in città". Lugano al settimo posto. In vetta Zurigo, Ginevra e Losanna

ZURIGO - Le strade svizzere sull'orlo del collasso. E' quanto lascia intendere oggi il Credit Suisse, che ha reso noti i risultati della sua ricerca su "Monitor Svizzera".

"L'infrastruttura - si legge nella nota inviata martedì mattina - sembra ormai aver raggiunto da più parti la saturazione". In cinque anni il tempo perso in auto in colonna è esploso: basti pensare che "tra il 2008 e il 2012 le ore di coda sulle strade nazionali sono raddoppiate".

Con l'ausilio di dati tratti dal censimento popolare e informazioni sul flusso del traffico, gli economisti del Credit Suisse hanno calcolato un «indice code dei pendolari» per tutti gli agglomerati urbani della Svizzera. Stupisce poco che i pendolari nell'agglomerato di Zurigo siano i più colpiti dalla congestione. Nell'area urbana di Ginevra, la perdita di tempo imputabile al traffico è solo del 4% inferiore rispetto a Zurigo. Segue al terzo posto nella classifica delle ore di congestione Losanna, con il 79% dell'ingorgo di Zurigo. Tra le top ten delle più trafficate vi è Lugano, che occupa la settima piazza, dopo Friburgo e davanti a Baden Brugg.

In Svizzera la congestione è percepita soprattutto come fenomeno fisico, per cui le soluzioni proposte finora sono di carattere tecnico: ampliamento della rete stradale, potenziamento dei trasporti pubblici ecc., senza trascurare che non pochi fautori dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa confidano di riprendere il controllo sulla congestione grazie all'esito della votazione.

Ma - come osserva ancora il CS - "l'ingorgo stradale è molto più un problema economico: la domanda di mobilità cresce molto più rapidamente di quanto aumenti l'offerta".

Lo strumento più efficiente per armonizzare domanda e offerta secondo l'istituto di credito svizzero "sembra essere l'introduzione di un sistema di "pedaggio stradale", peraltro già applicato con successo in varie città del mondo". Rispetto all'ampliamento dell'infrastruttura, questo metodo non accresce la disponibilità alla mobilità, ma consente nondimeno di ridurre le ore di congestione. Gli economisti del Credit Suisse giudicano il pedaggio stradale per città come Zurigo e Ginevra una proposta positiva e ragionevole".

La classifica delle città / regioni più trafficate

1) Zurigo
2) Ginevra
3) Losanna
4) Berna
5) Winterthur
6) Friburgo
7) Lugano
8) Baden-Brugg
9) Zugo
10) Basilea

11) Burgdorf
12) Bienne
13) Vevey-Montreux
14) Yverdon-les-Bains

15) Aarau
16) Lenzburg
17) Luzern
18) Neuchätel
19) Bellinzona
20) Wetzikon-Pfäffikon

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-28 20:46:05 | 91.208.130.89