BERNA
31.07.2013 - 16:040
Aggiornamento : 24.11.2014 - 01:10

Riuscita iniziativa "reddito di base incondizionato"

BERNA - E' riuscita l'iniziativa popolare "Per un reddito di base incondizionato", secondo quanto reso noto oggi dai suoi promotori: sono state raccolte 130 mila firme, 103 mila delle quali già autenticate. Il termine per la raccolta scadrà il prossimo 11 ottobre ma il 4 dello stesso mese le firme saranno consegnate alla Cancelleria federale.

L'iniziativa chiede che la Confederazione provveda "all'istituzione di un reddito di base incondizionato", - 2500 franchi al mese per tutti lavoratori e no - allo scopo di "consentire a tutta la popolazione di condurre un'esistenza dignitosa e di partecipare alla vita pubblica".

Le modalità di finanziamento e l'importo del reddito di base saranno fissati dal parlamento con un'apposita legge. Costo dell'operazione: 200 miliardi di franchi all'anno.

Il comitato promotore è composto di otto persone, tra cui l'ex vice cancelliere della Confederazione Oswald Sigg e la rapper zurighese Franziska Schläpfer ("Big Zis").

A detta di Sigg, il progetto è finanziabile. Centodieci miliardi potrebbero essere attinti dall'IVA, e altri 70 risulterebbero da risparmi sulle assicurazioni sociali. Per i mezzi rimanenti andrebbero escogitate altre soluzioni.



ATS
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-21 02:16:24 | 91.208.130.87