BERNA
03.12.2012 - 20:540
Aggiornamento : 13.11.2014 - 08:17

CN: asilo, meno rigore in materia di aiuto sociale

BERNA - I richiedenti d'asilo non dovranno essere colpiti da una soppressione totale dell'aiuto sociale. Sotto la pressione degli Stati, il Consiglio nazionale ha fatto un passo indietro nella revisione della legge sull'asilo. La maggioranza borghese ha comunque voluto precisare le condizioni per beneficiare di quest'aiuto. L'oggetto ritorna agli Stati.

Il dibattito sulla revisione del diritto d'asilo è proseguito questo pomeriggio, dopo che una parte dei provvedimenti è entrata in vigore in settembre, con diritto d'urgenza. Gli oppositori a questo capitolo urgente stanno raccogliendo le firme a sostegno del referendum.

La minaccia di un nuovo referendum non ha impensierito i fautori delle linea dura al Nazionale. Con 122 voti contro 59, la maggioranza non ha però voluto allinearsi semplicemente al Consiglio degli Stati per quanto riguarda l'attribuzione dell'aiuto sociale, ma vi ha aggiunto varie precisazioni.

Il modello licenziato dalla Camera dei cantoni corrisponde in pratica allo statu quo, hanno criticato gli esponenti borghesi del Nazionale. Unica concessione: la legge precisa che l'aiuto sociale accordato alle persone da proteggere, non in possesso di autorizzazione di soggiorno, dovrà essere inferiore a quello concesso ai residenti svizzeri.



ATS
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-18 07:14:17 | 91.208.130.85