KEYSTONE
La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga è preoccupata dall'alto numero dei morti causati dalla pandemia.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
3 min
La delusione dell'Usam sulle riaperture
L'organizzazione critica la mancanza di prospettive per i settori colpiti dalle misure anti-coronavirus
SVIZZERA
9 min
Riaperture: Federazione dei centri fitness sorpresa in positivo
A partire dal prossimo lunedì 19 aprile saranno infatti nuovamente consentite attività sportive indoor
SVIZZERA
1 ora
Accordo quadro: data e delegazione ancora da stabilire
L'ha chiarito il portavoce del Consiglio federale André Simonazzi.
GRIGIONI
1 ora
Davos: 13enne investita sulle strisce pedonali
La conducente di 61 anni si è presa subito cura della ragazzina fino all'arrivo dell'ambulanza.
BERNA
1 ora
Riaprono le terrazze, ma non solo
Da lunedì saranno di nuovo consentite manifestazioni in presenza di pubblico.
ZURIGO / GERMANIA
1 ora
Non andare a scuola fa più male del virus
Per i bambini più piccoli in particolare l'apprendimento da remoto è poco valido
URI
1 ora
Inversione di marcia sull'A2 per entrare nel tunnel del San Gottardo (che però era chiuso)
Il conducente protagonista della manovra è stato fermato poche centinaia di metri dopo che era entrato dal portale nord
SVIZZERA
2 ore
Volare Swiss col Travel Pass per il test Covid
La compagnia introduce l'app sperimentale sul collegamento Zurigo-Heathrow
Attualità
3 ore
La campagna vaccinale vodese cambia marcia
Nel cantone romando ora anche i 50enne potranno annunciarsi per un appuntamento.
SVIZZERA
4 ore
In Svizzera 2'601 nuovi casi e 14 decessi
In discesa il tasso di positività, oggi al 7%. Si registrano inoltre altre 89 ospitalizzazioni.
SVIZZERA
29.11.2020 - 08:390

L'elevato numero dei morti per Covid-19 preoccupa Simonetta Sommaruga

Il Consiglio federale ha reagito tardivamente? Confederazione e Cantoni hanno sempre agito in coordinazione, ha spiegato

BERNA - La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga è preoccupata per l'elevato numero di morti provocato dal coronavirus. A dichiararlo è lei stessa, in un'intervista rilasciata al "SonntagsBlick".

Riguardo a una presunta reazione tardiva da parte del Consiglio federale, Sommaruga ha affermato che si è sempre trattata di un'azione coordinata fra Confederazione e Cantoni, un'operazione a volte difficoltosa. A ogni modo, i motivi precisi per i numerosi decessi verranno analizzati a fondo.

Può essere, ha detto al domenicale, che un certo lassismo di fronte alla pandemia - anche dovuto alla stanchezza della popolazione - abbia contribuito al fatto che la reazione politica sia arrivata più tardi rispetto alla primavera. Sommaruga ha sottolineato che, all'inizio di ottobre, ha constatato una maggiore necessità d'intervento da parte della Confederazione, ma i segnali provenienti dai Cantoni non erano chiari.

Alcuni Cantoni chiedevano infatti un intervento da parte della Berna federale, mentre altri la valutavano come una misura esagerata, questo anche perché ogni realtà locale era a quel momento colpita in maniera diversa dai nuovi casi, ha spiegato la presidente. Il rapito aumento dei contagi un po' ovunque ha poi fatto pendere definitivamente la bilancia verso un intervento della Confederazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 4 mesi fa su tio
Dov'era la signora nell'inverno del 2015?
vulpus 4 mesi fa su tio
Ma cara signora, non è forse un pò tardi per preoccuparsi, e sopratutto per riversare sui cantoni la responsabilità? Tutti hanno predicato della seconda ondata. Non ci si poteva preparare in modo responsabile, anche se alcuni cantoni erano recalcitranti? Non avete imparato nulla a marzo? la confederazione doveva riproclamare lo stato di necessità ed introdurre misure uguali per tutti i cantoni. Invece si è lasciato fare, per rammaricarsi ora. Ma siete ancora in tempo, che di questo passo a Natale saremo tutti blindati incasa. Scorrendo i numeri quotidiani delle statistiche non sembrerebbe proprio che i contagi diminuiscano
Alessandro 69 4 mesi fa su tio
E si....leggendo i commenti ve l’hanno inculcata bene nel cervello la paura,sono riusciti nell’impresa.Ormai non vi ripigliate mai più
Gnall 4 mesi fa su tio
E criticano le misure prese in Italia...
seo56 4 mesi fa su tio
E la responsabilità è solo della politica che che ha scelto il dio denaro invece della salute della polo popolazione. Di questo passo la terza ondata é certa in attesa di una quarta e così via...
Volpino. 4 mesi fa su tio
Lockdown totale fino dopo l'epifania.
Lucia81 4 mesi fa su tio
E sopratutto facciamo girare le persone da Cantone a Cantone che così non finirà mai... Il bello arriverà il16 dicembre quando ci sarà un via libera tutti generalizzato🥺
Lucia81 4 mesi fa su tio
Le decisioni, se così vogliamo chiamarle, le avete prese...palleggiandovi la palla tra i Cantoni e la Confederazione e questo ha solo aiutato il virus a circolare sempre di più. Quindi per cortesia adesso non fate finta che vi dispiace perché lo sapevate da tempo che questo sarebbe stato il risultato...i soldi prima di tutto... Indignata
Luca 68 4 mesi fa su tio
in febbraio la confederazione a preso in mano la situazione e il Ticino è stato guardato male, ma in pochi mesi siamo riusciti a controllare la pandemia. ora il governo federale gioca a scaricabarile senza prendere la situazione come a marzo, ma ora siamo stufi ( almeno personalmente ) perché non si reagisce con fermezza perché ci sono troppi interessi e questo a scapito della salute, ecco perché ci sono tanti morti!!
Veveve 4 mesi fa su tio
Con tutto il rispetto per le persone morte, ci mancherebbe, ma Svizzera + Liechtenstein 9 mio di abitanti 4000 morti (annualmente muoiono comunque x altro almeno 60’000 persone in CH) . Lombardia per es 10,5 mio 21500 morti... di cosa stiamo parlando! Purtroppo siamo in guerra e in guerra le persone purtroppo muoiono! Di solito sono sempre morti i giovani, in questa guerra anomala sono gli anziani a morire in quanto più deboli fragili e con acciacchi vari! E’ una tragedia ma dobbiamo cercare di conviverci con questo virus.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-14 18:03:05 | 91.208.130.85