Keystone
Mattea Meyer, co-presidente del PS svizzero.
SVIZZERA
24.11.2020 - 11:140
Aggiornamento : 11:48

La richiesta del PS: «Ci vuole una strategia per affrontare una nuova ondata»

Il partito chiede anche più mezzi per il personale sanitario e di prorogare le misure di aiuto economico

BERNA - Per evitare di essere travolti da una terza ondata, la Confederazione e i cantoni devono formulare una strategia uniforme e comprensibile al posto dell'attuale "patchwork" di provvedimenti, dando la precedenza alla protezione degli individui davanti alle preoccupazioni sui costi finanziari della crisi.

Lo chiede il Partito socialista (PS), che domanda anche maggiori mezzi per il personale sanitario, giacché la crisi e le sue conseguenze non scompariranno da un giorno all'altro. Inoltre, le misure di aiuto economico devono essere prorogate e ancorate a lungo termine.

In una nota diffusa oggi, il PS afferma di non poter più accettare tutte queste morti e sofferenze della popolazione. Per evitare di dover chiedere al Consiglio federale di prendere il timone della situazione qualora si dovesse annunciare un'altra ondata pandemia, la Confederazione e i Cantoni devono presentare insieme una strategia coerente per affrontare le conseguenze sanitarie, sociali ed economiche della crisi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-07 20:35:43 | 91.208.130.85