ZURIGO«Ho attaccato il coronavirus al mio gatto»

21.11.20 - 08:12
Partecipando a uno studio, l'animale ha potuto essere sottoposto ai test
Deposit - foto d'archivio
Fonte 20 Minuten - Celine Krapf Joel Probst
«Ho attaccato il coronavirus al mio gatto»
Partecipando a uno studio, l'animale ha potuto essere sottoposto ai test
Molto probabilmente è stata la padrona a contagiarlo con il Covid-19. L'esperta: «Il rischio di infettare altri esseri umani è estremamente ridotto».

ZURIGO - Parzival ha il Covid-19. È uno dei pochi gatti ad aver contratto il virus. E a contagiarlo è stata molto probabilmente la sua padrona. «Io sono risultata positiva al tampone e dopo pochi giorni il mio micio ha iniziato a starnutire e tossire - racconta a 20 Minuten -. Non l’avevo mai sentito tossire così».

La donna si è molto preoccupata. Fortunatamente l’altro gatto, invece, non presentava sintomi. Ma non sapeva davvero come comportarsi con Parzival. «L’antibiotico che gli ha dato il veterinario non aveva nessun effetto».

Poi, c’è stata la possibilità di effettuare il tampone al gatto, grazie a uno studio in corso sugli animali. La facoltà di Veterinaria dell’Università di Zurigo sta esaminando proprio l’effetto degli amici a quattro zampe nella pandemia. Durante la prima ondata sono stati testati 3’000 campioni, spiega Regina Hofmann-Lehmann, a capo del laboratorio. Solo alcuni sono risultati “lievemente positivi”.

Parzival è un’eccezione: i suoi risultati sono positivi. Sono stati prelevati campioni da bocca, naso, escrementi e pelo, nonché dal suo lettino. I campioni prelevati sull’altro gatto sono invece tutti negativi, ad eccezione del pelo, dove probabilmente era presente la saliva di Parzival.

Hofmann-Lehmann assicura comunque che non dovrebbe esserci pericolo per il micio. «Finora nessuno dei gatti esaminati presentava un rischio di infezione per altri animali o per l’essere umano». La possibilità non pu essere esclusa completamente, ma «il rischio è estremamente ridotto».

La raccomandazione resta comunque una: «Non disinfettate gatti e cani. Per loro potrebbe risultare tossico».

NOTIZIE PIÙ LETTE