deposit
BERNA
01.09.2020 - 14:280

Riparare gli smartphone al posto di costruire mensole e scaffali

Un insegnante di scuola media ha avuto un'interessante idea per modernizzare il suo corso di lavoro manuale.

Fonte 20Minuten/Michel Eggimann
elaborata da Giorgio Doninelli
Giornalista

SONDAGGIO

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Thomas Schwander insegna educazione manuale e tecnica presso la scuola media di Jegenstorf (BE) ed è alla ricerca di vecchi smartphone. Il suo obiettivo: insegnare agli studenti come ripararli. «Dovrebbero essere in grado di cambiare uno schermo o sostituire un tasto», ha spiegato a 20 Minuten.

Dal momento che molti dei suoi studenti hanno loro stessi dei cellulari «non più veramente in ordine», stima che queste competenze sarebbero loro molto utili. «Quando ho presentato la mia idea ai ragazzi, erano tutti d'accordo». Thomas Schwander non solo cerca d'insegnare usando oggetti dei nostri tempi, ma si adopera anche per rendere moderno il suo corso: «Lavoriamo anche con i tutorial che si trovano su Youtube».

L'insegnante bernese ha recentemente pubblicato un annuncio sulla Berner Zeitung al fine di raccogliere quanti più smartphone rotti possibili. Questi dispositivi dovrebbero consentire ai suoi studenti di familiarizzare con gli apparecchi, in particolare imparando come sono costruiti e di cosa sono fatti.

Se tutto andrà secondo i piani, il docente vorrebbe che i suoi studenti possano gestire da soli un laboratorio dove riparano i telefonini di tutta la scuola. Coloro che desiderano usufruire del servizio pagherebbero solo il materiale necessario alla riparazione del dispositivo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 14:26:07 | 91.208.130.86