Incidente evitato per un soffio: «Attenzione a dove vi trovate»

ZURIGOIncidente evitato per un soffio: «Attenzione a dove vi trovate»

17.08.20 - 23:57
Una ciclista in sella a una e-bike è stata parecchio fortunata, come mostrano le riprese di una dashcam
screenshot video 20 Minuten
Fonte 20Minuten/Jeremias Büchel
Incidente evitato per un soffio: «Attenzione a dove vi trovate»
Una ciclista in sella a una e-bike è stata parecchio fortunata, come mostrano le riprese di una dashcam
A causa della maggior velocità, il rischio di rimanere più a lungo nell'angolo cieco aumenta notevolmente. La polizia invita alla prudenza.

WINTERTHUR - «C'è mancato davvero poco, mi si sono rizzati i capelli dallo spavento», racconta Wendelin Egli. Solo per una frazione di secondo un possibile grave incidente è stato evitato. La dashcam del 55enne ha immortalato una scena avvenuta nei pressi di Winterthur. Una donna in sella a una e-bike stava percorrendo la pista ciclabile, mentre un furgoncino percorreva la strada parallela. Entrambi viaggiavano alla stessa velocità, attorno ai 40 km/h.

A un certo punto il conducente del furgoncino decide di svoltare a destra, ma non si accorge della donna in bicicletta, nonostante indossi un gilet luminoso. Fortunatamente, i due si sfiorano soltanto. «Visto che viaggiavano fianco a fianco, la donna era probabilmente nell'angolo cieco del guidatore», sospetta il testimone della scena. Il 55enne ha voluto diffondere il video per attirare l'attenzione su questo pericolo. «È possibile che entrambi non si siano nemmeno accorti di quanto successo». In ogni caso, la donna ha proseguito per la sua strada come se nulla fosse.

Insomma, con il fatto che le e-bike permettono di raggiungere velocità maggiori, il rischio di rimanere più a lungo nell'angolo cieco di un conducente aumenta.

«Le persone in sella a una bicicletta devono presumere che possono anche non essere viste, soprattutto dai conducenti dei veicoli più grandi e specie se viaggiano al loro fianco», dice Ralph Hirt, portavoce della polizia cantonale di Zurigo. «Questo perché gli altri utenti della strada non possono essere visti quando si trovano nell'angolo cieco». E più grande è un veicolo, più ampio è l'angolo cieco. «Bisogna stare attenti soprattutto con i camion e mantenere una distanza sufficiente», mette in guardia Hirt.

NOTIZIE PIÙ LETTE