Keystone (archivio)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
TURGOVIA
6 ore
In oltre 500 a festeggiare sulla barca e senza mascherina
È accaduto sul lago di Costanza. La festa era autorizzata, ma non sono state rispettate le norme anti covid.
SCIAFFUSA
9 ore
A Siblingen cercano un ladro di uva
Il criminale avrebbe tagliato dai filari acini pregiati di Pinot per diverse centinaia di franchi
BERNA
10 ore
Covid: il 20% dei positivi non presenta sintomi
È la conclusione a cui è giunto uno studio effettuato all'Università di Berna.
BERNA
12 ore
Gas lacrimogeni e getti d'acqua, la polizia interviene a Berna
Una manifestazione in Piazza federale, e un'altra che vi si è aggiunta: la polizia ha avuto un pomeriggio di fuoco
BELLINZONA
12 ore
Processo FIFA: l'accusa chiede 36 mesi per Valcke
Con la possibilità di sospenderne una parte con la condizionale, con lui alla sbarra Nasser Al-Khelaifi e Joel Pahud
SVIZZERA
13 ore
Pil romando mai così giù dalla Seconda Guerra Mondiale
Per il 2021 ci si attende un rimbalzo del 4,5%
GRIGIONI
14 ore
Cacciatore precipita in un dirupo e muore
La vittima è un 68enne che in compagnia di un amico stava raggiungendo la propria cascina sui monti sopra Coira
VAUD
14 ore
Il coronavirus affossa i conti vodesi
Le finanze del cantone romando sono scivolate nelle cifre rosse per la prima volta da quindici anni.
SVIZZERA
15 ore
Easyjet Svizzera, buona estate nonostante il virus
Il direttore generale Jean-Marc Thévenaz si aspetta che le tariffe aeree possano scendere
SVIZZERA / EUROPA
15 ore
Mega-fusioni bancarie in vista? «Ci stiamo preparando»
Secondo Sergio Ermotti sono ormai «inevitabili».
SVIZZERA
16 ore
I premi salgono ancora, purtroppo
Cassa malati, in Ticino aumento sopra la media svizzera. Nel 2021 in arrivo altri rincari
SVIZZERA
17 ore
Altre 286 infezioni, 14 ricoveri e 3 decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 50'664. Le vittime sono almeno 1'773.
VAUD
17 ore
Attivisti contro Credit Suisse di nuovo a processo
La prima istanza li aveva assolti ritenendo la loro azione «necessaria e proporzionata» vista l'emergenza globale.
SVIZZERA
06.07.2020 - 23:150
Aggiornamento : 09.07.2020 - 14:46

Su Facebook spuntano i gruppi per aggirare la quarantena

A partire da oggi, chiunque ritorni in Svizzera dal Kosovo deve trascorrere dieci giorni in quarantena.

Ma ad alcuni viaggiatori l'imposizione del Consiglio federale non è andata giù. L'ambasciatore kosovaro: «Contrari a ogni forma di abuso». Il portavoce del canton Berna: «Multe fino a diecimila franchi».

BERNA - I viaggiatori che si recano in vacanza in Kosovo dovranno obbligatoriamente andare in quarantena per dieci giorni una volta tornati in Svizzera. Il Paese balcanico fa infatti parte della lista diramata negli scorsi giorni dall'Ufsp e che comprende una trentina di zone ritenute ad alto rischio pandemico. 

Ma come recita un vecchio adagio, "fatta la legge, trovato l'inganno". Ed ecco quindi che diverse persone si sono già ingegnate per aggirare la regola emanata dalle autorità elvetiche. E su Facebook - stando a ricerche condotte da "20 Minuten" - sono già nati vari gruppi in cui gli utenti "furbetti" si scambiano consigli. Il trucchetto più gettonato è quello di rientrare in Svizzera atterrando con l'aereo in un Paese terzo. «Se prendo un volo per l'aeroporto di Friedrichshafen (città tedesca che si trova sulla sponda occidentale del lago di Costanza a due passi dal confine elvetico, ndr) nessuno potrà scoprire che sono stata in Kosovo», precisa una internauta. Altri programmano di atterrare in Albania e poi proseguire con l'automobile fino in Kosovo. «Non bisogna far altro che procurarsi una ricevuta di un albergo albanese ed è fatta», sottolinea un cittadino kosovaro. 

Non tutti però supportano questi trucchetti per evitare la quarantena. «Non è un comportamento responsabile. Queste regole non sono state introdotte per nulla», ha scritto un kosovaro residente nel nostro Paese. Anche l'Ambasciata kosovara a Berna condanna questo modo di agire. «Siamo ovviamente contrari a qualsiasi forma di abuso. Tutti devono seguire le imposizioni», fa sapere il vice-ambasciatore Islam Spahiu.

Secondo Christian Kräuchi, portavoce del canton Berna, tocca alle autorità federali accertarsi che i viaggiatori provenienti del Kosovo non dichiarino il falso. «Ricordo che chi non si mette volontariamente in quarantena potrebbe ricevere una multa fino a diecimila franchi». Insomma la vacanza in Kosovo, potrebbe costare molto cara ai trasgressori.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Maxy70 2 mesi fa su tio
Già l'espressione "POTREBBE ricevere una multa fino a diecimila franchi", indica che di fatto si andrà di buonismo, come al solito... DEVE ricevere una multa (direi calcolata in base al reddito). Aggiungo: per i recalcitranti una quarantena obbligatoria in una struttura chiusa, ovviamente a spese del contravventore. Quando si é egoisti e irresponsabili, si devono anche pagarne le conseguenze.
spank77 2 mesi fa su tio
@Maxy70 Penso che un faccia a faccia con il datore di lavoro potrebbe servire per responsabilizzare questi Galletti latenti prima della inizio vacanze.
volabas 2 mesi fa su tio
Le persone indipendentemente di che etnia siano, capiscono solo quando le tocchi nel borsello, quindi giusta la misura pecuniaria. Ma gia' mi pare di sentirli starnazzare i sinistrati...mah
spank77 2 mesi fa su tio
Allora spero ci siano altrettanti gruppi di spioni che fanno qualche telefonata
Evry 2 mesi fa su tio
Qest la conseguenza del NON agire da parte delle nostre autortà ne svire umlte salate ai traressi menefreghisti !!!! Tante parole e discorsi oboanti e pochissimi fatti, date a dovuta competenza alla polizia ai serviz d'ordine !!! al posto di comportarivi come gli struzzi davanti ai problemi da risolvere.
albertolupo 2 mesi fa su tio
Tanto hanno già detto che nessuno starà a verificare da dove arriva la gente che entra in Svizzera...
tip75 2 mesi fa su tio
quadruplicate la multa e ritirate il passaporto o il permesso, nessuno più proverà a fare il furbo e’ così facil
Nano10 2 mesi fa su tio
Quando si identificano questi “furbetti” dare l’espulsione immediata dalla Svizzera ????con biglietto di solo andata
red_monster 2 mesi fa su tio
@Nano10 Purtroppolasinistra li dipenderebbe ancora. Pori nüm
Hardy 2 mesi fa su tio
@Nano10 Ma certo, già che ci siamo perché non condannarli a morte e bruciarli vivi in piazza?
Ctg 2 mesi fa su tio
@Hardy Fammi sapere se uno di loro ti attacca il virus
Hardy 2 mesi fa su tio
@Ctg Non me lo attaccherà, perché io a differenza di queste persone le regole e le raccomandazioni cerco di seguirle. E in tutti questi mesi la mia vita è proseguita normalmente. Sta tutto lì, nell'intelligenza e nel buon senso della gente. Ma per il cittadino è più semplice aggirare le regole, accalcarsi in massa nei luoghi pubblici senza distanze per poi dare la colpa a Koch, Merlani, governo e mucca pazza.
Ctg 2 mesi fa su tio
@Hardy La penso come te ma mi girerebbero i cog..ni a mille se uno di quelli che non rispettano o vogliono aggirare le norme, me lo attaccassero. E guarda che anche se tu, come me, facciamo di tutto per proteggerci, ce lo possiamo beccare ugualmente
Hardy 2 mesi fa su tio
@Ctg Girerebbe anche a me, ma da qui a dire di espellere i responsabili mi pare esagerato. Però delle sanzioni ci vorrebbero. E sì, possiamo beccarci il virus anche con tutte le precauzioni, chissà magari lo abbiamo già beccato senza saperlo, io per mesi ho lavorato da casa e tuttora faccio telelavoro al 50%: in un caso del genere se dovessi beccare il virus a chi posso dare la colpa? A nessuno. Giustamente, però, i furbi che se ne fregano andrebbero sanzionati. Ti auguro buona giornata.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-23 06:32:07 | 91.208.130.87