Immobili
Veicoli

SVIZZERACoronavirus in Svizzera: 13 nuovi casi e zero decessi

22.05.20 - 13:28
Il numero delle persone positive al virus sale a quota 30'707. Restano 1'630 i morti
Tipress
Coronavirus in Svizzera: 13 nuovi casi e zero decessi
Il numero delle persone positive al virus sale a quota 30'707. Restano 1'630 i morti
In tutta la Svizzera i tamponi sinora eseguiti sono 363'321. Di questi il 10% è risultato positivo al nuovo coronavirus

BERNA - Un altro giorno con un numero di contagi limitato e abbondantemente sotto le cinquanta unità. Nelle ultime ventiquattro ore in Svizzera sono infatti stati registrati 13 nuovi casi accertati, come rende noto oggi l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Ieri - lo ricordiamo - i nuovi contagi erano 36. Mercoledì 40 e martedì 21.  Il numero complessivo delle persone positive al virus è salito a quota 30'707.

Per quanto riguarda i decessi legati al Covid-19, oggi l'UFSP non ne segnala nessuno (anche se in Ticino ne risulta uno, ma probabilmente non è stato ancora conteggiato). Dall'inizio della pandemia, complessivamente ci sono state 1'638 vittime. Un dato, questo, che corrisponde a 19 morti per 100'000 abitanti. Anche se le cifre ufficiali fornite dall'UFSP divergono da quelle divulgate direttamente dai cantoni e raggruppate in una mappa dal dottorando dell'Università di Berna Daniel Probst. Secondo quest'ultimo, infatti, i decessi sarebbero 1'898.

In tutta la Svizzera i tamponi sinora eseguiti sono 363'321. Di questi il 10% è risultato positivo al nuovo coronavirus. «Più test, positivi o negativi, - precisano le autorità federali - possono essere fatti alla stessa persona». 

345 morti in Ticino - Anche in Ticino, nonostante il "picco" registrato ieri di quattordici nuovi casi (non succedeva da tre settimane), oggi la situazione è tornata nella normalità confermando il trend positivo dato dal rallentamento delle nuove infezioni delle ultime settimane. Oggi una persona è morta a causa del Covid-19 e si sono riscontrati solo tre nuovi casi. Il nostro cantone rimane comunque tra le regioni più colpite della Confederazione con 3'304 casi positivi e 345 decessi. L'incidenza della malattia in Ticino resta tra le più alte della Confederazione: solo Ginevra ha infatti un numero di contagi maggiore al nostro calcolato su centomila abitanti. 

Ospedalizzazioni - Sinora sono 3'919 le persone ricoverate e risultate positive al Covid-19. Su 3'381 pazienti ospedalizzati con dati completi, l'86% aveva una o più malattie preesistenti rilevanti. Le patologie citate più frequentemente sono l'ipertensione arteriosa (53%), le malattie cardiovascolari (33%) e il diabete (23%). Tra le persone ricoverate in ospedale, i tre sintomi citati più frequentemente sono febbre (66%), tosse (63%) e problemi respiratori (41%). Il 46% dei casi aveva la polmonite.

COMMENTI
 
Tzozjlred 2 anni fa su tio
La sola calma e' la virtù dei forti. Sangue freddo e coerenza senza pero minimizzare un pandemia che ha ucciso in tutto il mondo, e chi l avrebbe mai detto, anche e soprattutto nel centro d'europa e quindi nel nostro piccolo Ticino. Percui ripeto calma e sangue freddo... Niente panico ma nemmeno minimizzare, e soprattutto rispetto per chi, a causa di tutta questa storiaccia, non è più con noi o si e' dovuto far ricoverare in cure intense.
miba 2 anni fa su tio
Azz....brutte notizie per gli ansiosi, i paranoici e quelli che credono a tutto quello che viene loro propinato... Mi sa tanto che il secondo picco su cui avevano puntato il jolly è sempre più un'eventualità remota...:):):)
Blobloblo 2 anni fa su tio
Quanti sapientoni che però non sanno leggere l’articolo ma si soffermano al titolo!!! Banda di isterici!!!!
Bibo 2 anni fa su tio
Come mai sull'articolo riguardante il Ticino non c'è scritto "crollo dei contagi" e non si può commentare? forse perché i fobici non commenterebbero? ;-)
Orso 2 anni fa su tio
Come si vede che non hai perso nessuno con il covid..... come si vede che non hai nessun amico finito in cure intense..... e si. Chiamala fobia.
Bibo 2 anni fa su tio
Mi spiace deluderti ma ho perso qualcuno di caro anch'io. Il rispetto per la malattia non deve sfociare in fobia, altrimenti non se ne viene più fuori...
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA