tipress (Archivio)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Mascherina al chiuso «anche con la distanza»
La raccomandazione arriva dalla task force della Confederazione
BERNA
2 ore
Quarantena per i viaggiatori, tutto ciò che c'è da sapere
Adeguato il valore soglia che regola gli Stati per i quali c'è l'obbligo di quarantena.
VAUD
5 ore
Prilly, spara alla moglie e poi si suicida
La donna è stata ricoverata al CHUV. Le sue condizioni sono tali da metterne in pericolo la vita
GRIGIONI
6 ore
Covid: "Situazione particolare" in tutto il Cantone
L'esecutivo ha decretato questo "status" per garantire un approccio uniforme nell'interno del cantone.
BERNA
7 ore
E ora come aiutiamo i club sportivi?
Per loro le misure anti Covid rappresentano una mazzata. Scatta l'interrogazione di Piero Marchesi
GINEVRA
8 ore
Pierre Maudet lascia il Governo
Ha rassegato oggi le dimissioni, ma ha anche annunciato che si candiderà alla sua successione
SVIZZERA
8 ore
I cybercriminali hanno approfittato parecchio della pandemia
Nel primo semestre dell'anno al Centro nazionale per la cybersicurezza sono giunte oltre 5'000 segnalazioni.
SVIZZERA
9 ore
Coronavirus: Roche vuole produrre centinaia di milioni di test rapidi al mese
Analizzano un campione di saliva e non richiedono personale specializzato per la somministrazione.
SVIZZERA
9 ore
«Dobbiamo fare tutti la nostra parte contro il coronavirus»
Il consigliere federale risponde alle domande dei colleghi di 20 Minuten e dei lettori
GRIGIONI
10 ore
Selvicoltore 25enne si ferisce con una motosega
Il giovane è scivolato e si è ferito a una mano.
ZURIGO
06.05.2020 - 11:480
Aggiornamento : 12:18

Coronavirus: meno stress con il telelavoro

Per un terzo dei partecipanti al sondaggio, l'attività lavorativa è peggiorata a causa del virus

Tuttavia, dai criteri specifici è emerso un quadro più positivo riguardante il maggior equilibrio tra la vita privata e il lavoro grazie allo smart working

ZURIGO - Il nuovo coronavirus ha portato a una profonda trasformazione anche nel mondo professionale: nonostante l'incertezza in merito alla situazione attuale e futura, numerosi lavoratori ritengono di essere meno stressati grazie al telelavoro e riescono a conciliare meglio lavoro e vita privata. È quanto emerge dai risultati di due sondaggi effettuati prima e dopo lo scoppio della crisi legata al Covid-19 da alcuni ricercatori dell'Università di Zurigo (UZH).

Al sondaggio, effettuato lo scorso mese, hanno partecipato circa 600 impiegati in Svizzera e Germania, che erano già stati intervistati sulle loro condizioni di lavoro nel giugno 2019. Per questo motivo è stato possibile creare un confronto indipendente, indica in una nota odierna l'UZH.

Il 29% dei partecipanti ha indicato che la loro attività lavorativa è peggiorata dall'inizio della crisi del nuovo coronavirus, mentre solo l'11% ha rilevato un miglioramento. Tuttavia, dai criteri specifici è emersa un quadro più positivo.

Equilibrio tra vita privata e lavoro - Nella maggior parte dei casi i partecipanti si ritengono più soddisfatti della loro vita professionale e privata rispetto a un anno fa. Secondo il sondaggio, i lavoratori si sentono più motivati, più sostenuti dai colleghi e dispongono di una maggior flessibilità.

A distanza di circa dieci mesi, inoltre, i partecipanti dicono di essere più attivi nel loro tempo libero e di aver un miglior equilibrio tra lavoro e vita privata. Lo stesso vale per coloro che lavorano a orario ridotto.

In generale, gli intervistati hanno affermato di essere in grado di "staccare" con più facilità. Il carico di lavoro è leggermente diminuito - così come i segnali di burn-out - ma non l'impegno, secondo i ricercatori.

Peggior situazione psicologica e fisica - Il sondaggio tuttavia mostra un lieve peggioramento nella valutazione della salute psicologica e fisica dei lavoratori, in particolare per quanto riguarda il loro ottimismo o il senso di vicinanza. Anche l'esercizio fisico è diminuito in termini di frequenza e soprattutto di intensità. Allo stesso tempo, gli intervistati si sono sentiti più rilassati e hanno dichiarato di essere in grado di pensare in modo più chiaro.

Alcuni sottogruppi, specialmente quelli con bambini piccoli, hanno mostrato valori generalmente peggiori nell'indagine, soprattutto riguardo all'aumento dello stress a casa. Essi si sentono meno sostenuti dai colleghi e riescono più difficilmente a riposare e recuperare.

Una lezione per il futuro - «Ci aspettavamo che i partecipanti si sentissero più stressati rispetto a prima della crisi», invece è accaduto il contrario. «Questo mostra quanto le persone siano straordinariamente adattabili», rileva Rebecca Brachli, a capo dello studio, citata nel comunicato.

Il confronto tra il sondaggio effettuato lo scorso giugno e quello di un mese fa mostra che generalmente molte persone sono più soddisfatte del loro lavoro e della loro vita privata, beneficiando in particolare dei ritmi meno elevati. «L'aumento della flessibilità e dell'autonomia sembra avere un effetto positivo sul loro benessere», ritiene Brauchli. «ciò può essere anche una lezione per il futuro mondo del lavoro».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Equalizer 5 mesi fa su tio
Il telelavoro ha indubbiamente una resa inferiore per la ditta nell'80% dei casi, ma i benefici sul singolo sono enormi togliendo lo spostamento casa lavoro, a molta gente è avanzato tempo prezioso per molta gente parliamo di una ora e mezza in più di vita propria al giorno, che sul totale di 5 giorni lavorativi corrisponde a quasi una giornata intera, mica poca roba!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-30 00:35:17 | 91.208.130.89