Archivio Depositphotos
SVIZZERA
28.04.2020 - 10:170

Siete vittime di violenza domestica? Fatevi avanti

Con l'emergenza Covid-19 aumenta il rischio. La Confederazione lancia una campagna di sensibilizzazione

BERNA - A causa del semiconfinamento cui è costretta la popolazione per arginare l'epidemia di coronavirus, Confederazione e cantoni temono che le vittime di violenza domestica esitino a chiedere aiuto in caso di gravi tensioni familiari esacerbate dalla situazione attuale: per questo è stata lanciata una campagna di affissione volta a sensibilizzare sul tema.

La campagna - cui hanno aderito finora farmacisti, panettieri, confettieri e droghieri - della speciale task force istituita tra Cantoni e Confederazione, informa sulle istituzioni cui le vittime, ma anche vicini o parenti, possono rivolgersi per chiedere aiuto.

Nonostante l'aumento del rischio di violenza domestica comportato dall'emergenza pandemica, precisa una nota odierna dell'Ufficio federale per l'uguaglianza fra donna e uomo (UFU), i Cantoni non registrano una crescita significativa delle segnalazioni ai servizi competenti o alla polizia. Gli specialisti temono tuttavia che le vittime non chiedano aiuto a causa delle restrizioni alla libertà di movimento.

In Svizzera la violenza domestica è un problema diffuso a prescindere dall'attuale situazione. La metà degli omicidi è commessa tra le mura di casa. L'anno scorso la polizia ha registrato 19'669 reati di violenza di questo tipo.

Allegati
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 06:18:10 | 91.208.130.89