Keystone
SVIZZERA
10.04.2020 - 17:580
Aggiornamento : 18:24

In Svizzera «superati i 1'000 morti da Covid-19»

La cifra si basa sui conteggi comunicati dai singoli Cantoni.

A livello nazionale si contano complessivamente 24'308 casi dall'inizio dell'epidemia.

BERNA - Continua a salire il numero di nuovi casi di Covid-19 confermati in Svizzera: 734 in più in 24 ore, per un totale di 24'308 casi. Lo indica il bilancio quotidiano pubblicato dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Secondo i dati dell'UFSP i morti complessivi sono 805, mentre secondo i calcoli dell'agenzia Keystone-ATS - che si basa sulle comunicazioni dei singoli Cantoni - si è superata oggi la soglia psicologica dei mille decessi.

Negli ultimi due giorni, il numero di nuovi casi positivi si è stabilizzato sotto le 800 unità (ieri 785). Secondo l'UFSP, la Svizzera continua comunque ad avere uno dei più alti tassi di nuove infezioni in Europa, con un'incidenza di 283 casi per 100'000 abitanti. Finora circa 184'750 persone sono state sottoposte al test e il 15% sono risultate positive.

Ginevra supera il Ticino - A livello cantonale il Ticino continua ad essere tra i cantoni più colpiti, con 2776 casi e 227 decessi. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati segnalati 62 nuovi casi e otto persone hanno perso la vita a causa del virus. Se si guarda però il numero di persone contagiate per 100'000 abitanti, Ginevra (786,6 casi) ha superato il Ticino (781,1), seguono Vaud (578,7) e Basilea Città (511,4).

Nei Grigioni non si registra alcun nuovo decesso nelle ultime 24 ore: il numero dei morti è rimasto fermo a 35. Sono invece 24 i nuovi contagi accertati, per un totale che passa da 680 a 704 unità.

I pazienti - Gli uomini mostrano una maggiore vulnerabilità al virus e rappresentano quasi due terzi (61%) dei decessi. L'età di coloro che sono morti variava dai 31 ai 101 anni, con un'età mediana di 84 anni. Delle 777 morti per le quali i dati sono completi, il 97% aveva almeno una patologia preesistente. Nella maggior parte dei casi l'ipertensione arteriosa (nel 64% dei decessi), in secondo luogo le malattie cardiovascolari (56%) e in terzo il diabete (28%).

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-27 06:35:19 | 91.208.130.89