Archivio Keystone
ZURIGO
22.03.2020 - 17:300

«Quel ristorante è aperto nonostante il divieto!» Ma c'era il personale di pulizia

Il bilancio del weekend delle autorità cantonali zurighesi, tra raggruppamenti di giovani e negozi con troppi clienti

ZURIGO - Gli assembramenti di oltre cinque persone sono vietati. È quanto ha annunciato nel primo pomeriggio di venerdì il Consiglio federale. E nei due giorni successivi, la polizia cantonale di Zurigo ha dovuto fare i conti con circa 140 segnalazioni legate a tale decisione: numerosi cittadini hanno infatti contattato le forze dell'ordine per situazioni non conformi alle nuove disposizioni.

Tra queste si contavano alcune segnalazioni relative a ristoranti apparentemente aperti, nonostante l'imposto blocco dell'attività. Ma la polizia ha poi appurato che nei locali era presente il personale di pulizia oppure che si trattava di take-away, come si legge in una nota.

Un centinaio di segnalazioni riguardava poi raggruppamenti di giovani. Ma in molti casi i gruppi si erano già sciolti nel momento in cui gli agenti sono arrivati sul posto. Altre situazioni hanno richiesto dei chiarimenti, ma quasi sempre gli interessati hanno accettato le indicazioni delle autorità.

Una quarantina di persone ha invece contattato la polizia per segnalare irregolarità nel commercio al dettaglio, dal mancato rispetto del numero massimo di clienti alla vendita di prodotti non consentiti.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-24 16:57:27 | 91.208.130.85