Archivio Depositphotos
ZURIGO
13.01.2020 - 15:570

Un parapendio ha sfiorato un aereo dell'esercito

L'episodio si è verificato il 15 giugno 2018 nei cieli di Knonau. In passato il SISI aveva raccomandato la prescrizione di un transponder

di Redazione
ATS

ZURIGO - Nei cieli di Knonau, nel canton Zurigo, un aereo passeggeri dell'esercito il 15 giugno del 2018 si è quasi scontrato con un parapendista. Quest'ultimo si trovava senza autorizzazione nella "regione terminale di controllo" (TMA) dell'aerodromo militare di Emmen (LU) e non era dotato di transponder, indica oggi il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI).

L'apparecchio militare Beechcraft 1900, che può ospitare diciannove passeggeri, era in fase di avvicinamento strumentale all'aeroporto di Emmen con due membri di equipaggio a bordo. Quando è sceso da 1'524 metri di quota a cento metri, si è trovato circa cinquanta metri sotto il parapendio. L'apparecchio non ha effettuato alcuna manovra per evitarlo e ha proseguito direttamente verso lo scalo.

Il rapporto del SISI precisa che il sistema di allerta del velivolo non ha segnato la presenza del "paracadute" e che quest'ultimo non era visibile nemmeno sul radar dell'aeroporto.

Il parapendista si trovava senza autorizzazione nella TMA (Terminal Control Area), che è uno spazio aereo vietato per il volo a vista. E non aveva alcuno contatto radio con l'aerodromo, perché non era equipaggiato di transponder oppure non lo aveva attivato. Visto che la situazione si è risolta senza danni, il SISI si è poi astenuto dall'effettuare ulteriori indagini.

Poiché in passato si erano già verificate simili «quasi collisioni» (in gergo "airprox") tra parapendii e velivoli commerciali, il SISI ha raccomandato sei anni fa all'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) di prescrivere il trasporto di un transponder attivato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GI 7 mesi fa su tio
in caso di scontro: chi avrebbe avuto la peggio ?? Comunque, una volta di più titolo e testo non collimano....
occhiaperti 7 mesi fa su tio
@GI Eeeeh Si, chi ha sfiorato chi? Un giornalista con esperienza in matteria aeronautica?
Fufabi 7 mesi fa su tio
In sè le TMA non sono vietate per il volo a vista. Basta avere l'autorizzazione e si entra senza problemi
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 17:05:42 | 91.208.130.89