Keystone
Un manipolo di manifestanti al WEF 19, foto d'archivio.
SVIZZERA
21.11.2019 - 20:140

Alla fine il giornale di sinistra Wochenzeitung andrà al WEF

L'accredito stampa della testata per l'edizione 2020 del Forum di Davos è stato accettato

di Redazione
Ats

BERNA - I giornalisti della testata di sinistra Wochenzeitung (WoZ) avranno accesso al Forum economico mondiale (WEF) 2020 di Davos (GR). Inizialmente, al settimanale era stato negato l'accredito, perché, a detta degli organizzatori, il contingente per i media svizzeri era ormai esaurito.

Il giornale ha scritto oggi sul proprio profilo Twitter che il WEF ha ceduto alla pressione e gli ha concesso un accredito straordinario. La WoZ precisa che si recherà nei Grigioni e riferirà dell'evento in maniera critica.

Settimana scorsa era emerso che la richiesta di accredito presentata dal settimanale il 30 ottobre, un giorno prima della scadenza, era stata rifiutata, ma per ragioni di contingente e non di censura. Stando a quanto dichiarato da un portavoce, il forum per motivi di spazio può accogliere al massimo 500 giornalisti.

Diversa la lettura della situazione da parte dell'associazione professionale Impressum, che parlava di un boicottaggio senza fondamento e di una violazione della libertà di stampa. Già nel 2012 il WEF aveva agito nello stesso modo nei confronti della WoZ.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 01:46:38 | 91.208.130.87