Keystone
La lingua di Dante a rischio, così come il romancio
ZURIGO
19.11.2019 - 11:400

Italiano e romancio «minacciati» in Svizzera: se ne discute in un convegno

A organizzarlo è l'Ufficio federale della cultura con la partecipazione del Consiglio d'Europa

ZURIGO - Nonostante il riconoscimento e la protezione a livello nazionale e internazionale come lingue minoritarie in Svizzera, l'italiano e il romancio «continuano a essere minacciati» nel nostro Paese. Lo denuncia l'Ufficio federale della cultura annunciando, per il 27 novembre prossimo, un convegno sul tema a Zurigo.

«La direttrice dell’Ufficio federale della cultura (UFC) Isabelle Chassot coglierà l’occasione per presentare le misure previste dalla Confederazione per promuovere e preservare l’italiano e il romancio», si legge nel comunicato della manifestazione. «Potranno inoltre essere discussi esempi di buone pratiche adottate da organizzazioni e istituzioni nell’ambito dell’istruzione e dei media», continua lo scritto.

L'evento si concluderà con un discorso del consigliere federale Ignazio Cassis.  

Il convegno è organizzato con la partecipazione del Consiglio d'Europa, che ha recentemente presentato le sue conclusioni sull’applicazione da parte della Svizzera della Convenzione-quadro del Consiglio d’Europa per la protezione delle minoranze nazionali e della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie. Gli interventi saranno in italiano, francese e tedesco con interpretazione simultanea.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-12 19:48:02 | 91.208.130.89