ZURIGO
18.10.2019 - 14:470
Aggiornamento : 16:37

Esperimenti sui cani, l'Uni si difende: «Non sapevamo nulla»

La ZHAW di Zurigo dichiara di non essere a conoscenza dei test effettuati in un laboratorio tedesco che agiva su mandato di un'azienda farmaceutica che collaborava con la scuola: «Test inaccettabili»

ZURIGO - La Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) dichiara di non aver saputo nulla riguardo ai crudeli esperimenti su cani effettuati in un laboratorio tedesco che effettuava sperimentazioni su mandato di un'azienda farmaceutica zurighese e con la quale la ZHAW collaborava. Tali test «sono inaccettabili», afferma. Tuttavia gli attivisti per la protezione degli animali criticano la Scuola universitaria.

Un servizio sul programma televisivo della tv svizzero-tedesca SRF "Kassensturz" aveva portato alla luce che il laboratorio tedesco sottoponeva cani ai peggiori test, per conto dell'azienda farmaceutica svizzera di Wädenswil (ZH). Molti animali sono morti in canili insanguinati.

La ZHAW non ha mai saputo di tali esperimenti, ha chiarito la Scuola universitaria. Si trattava di un lavoro di laboratorio puramente analitico. Inoltre la ZHAW non fa esperimenti su animali nello sviluppo di farmaci.

Già ieri la ZHAW ha interrotto la collaborazione con l'azienda farmaceutica Inthera Bioscience di Wädenswil, che aveva commissionato test sanguinosi in Germania. Inthera ha da parte sua annullato la collaborazione con il laboratorio di sperimentazione tedesco.

Le organizzazioni per la protezione degli animali non sono comunque soddisfatte. «La ZHAW o sapeva cosa faceva il suo partner di cooperazione oppure non lo sapeva. Il primo caso è irresponsabile, il secondo problematico», scrive Animal Rights Switzerland in un comunicato stampa. L'organizzazione chiede che la ZHAW si «distanzi in futuro da qualsiasi esperimento sugli animali».

Tuttavia la ZHAW non lo farà, come ha detto a Keystone-ATS. I test di bassa gravità continueranno: nonostante i metodi alternativi, gli esperimenti sugli animali sono ancora indispensabili.

La ZHAW vuole che vengano effettuati test sugli animali solo se sono inevitabili per risolvere problemi complessi. Esempi di esperimenti sugli animali della ZHAW sono i test per collari di animali selvatici o progetti con allevamenti ittici. Questi test devono essere conformi alle norme svizzere sulla protezione degli animali ed essere sempre approvati dal legislatore.

Le foto mostrate nel servizio televisivo della SRF sono state scattate da un dipendente di un'organizzazione per la protezione degli animali. All'inizio dell'anno si era infiltrato nel laboratorio come inserviente e aveva filmato le condizioni. Nel frattempo, la procura ha avviato indagini contro il laboratorio tedesco, che si trova nei pressi di Amburgo.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-12 16:25:21 | 91.208.130.87