Tipress (archivio)
La zanzara è già presente in Ticino (dal 2003), Grigioni, Basilea, Zurigo, Sciaffusa e Ginevra.
VALLESE
16.10.2019 - 11:460

La zanzara tigre ronza anche in Vallese

L'insetto è sempre più diffuso nel nostro Paese e negli scorsi giorni è stato identificato a Monthey

SION - Continua la diffusione della zanzara tigre in Svizzera: dopo Ticino, Grigioni, Basilea, Zurigo, Sciaffusa e Ginevra, l'insetto è ora stato segnalato anche in Vallese. Gli scienziati hanno confermato l'identificazione dell'esemplare trovato nella città di Monthey.

Le autorità cantonali hanno comunicato di aver intensificato i controlli dei siti che possono ospitare larve e adottato azioni mirate per distruggere le eventuali colonie.

L'esemplare di zanzara tigre segnalata a Monthey non permette, a questo stadio di considerare che si tratti di un insediamento sostenibile di questa specie nel cantone. Tuttavia occorrerà probabilmente considerare questa eventualità per un prossimo futuro, sottolinea la nota.

La zanzara tigre è un insetto nero con striature bianche, originario del Sudest asiatico, molto aggressivo, che punge ripetutamente, prevalentemente di giorno, ed è un potenziale portatore di malattie virali tropicali, come la febbre dengue e chikungunya. Alle nostre latitudini, il rischio è però quasi nullo.

L'insetto esotico, che si riproduce grazie ai ristagni di acqua, si è diffuso in molte parti del mondo sfruttando i trasporti internazionali. In Svizzera, le zanzare tigre sono comparse per la prima volta in Ticino nel 2003.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
tazmaniac 7 mesi fa su tio
"L'esemplare di zanzara tigre segnalata a Monthey non permette, a questo stadio di considerare che si tratti di un insediamento sostenibile di questa specie nel cantone. Tuttavia occorrerà probabilmente considerare questa eventualità per un prossimo futuro, sottolinea la nota." Non è sostenibile, e va eliminata o quantomento mooolto contenuta, ma per fare questo, le autorità dovrebbero svegliarsi una volta per tutte, anzIche far girare i "ghostbuster" sui tombini, che peraltro fanno un lavoro fatto male e di conseguenza inefficace nel contenimento...come al solito, bisognerà aspettare l'epidemia, come successo nella vicina Italia, prima di svegliarsi...che tristezza...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-01 15:57:17 | 91.208.130.86