+4
SVIZZERA / BRASILE
08.10.2019 - 15:000
Aggiornamento : 16:25

28 anni, 448 chilometri in aria e un record sotto chiave

La vallesana Yael Margelisch, monitrice di sci a Verbier, è rimasta in aria con il parapendio per 10 ore e 20 minuti e punta a raggiungere la soglia dei 500 chilometri

SION - Yael Margelisch, 28 anni, ha battuto sé stessa. La vice-campione del mondo di parapendio ha aggiunto un nuovo traguardo ai suoi risultati. Già lo scorso maggio la vallesana aveva realizzato il record del volo a triangolo femminile più lungo, con 264 chilometri. E venerdì ha concluso il più lungo volo libero, restando in aria per 10 ore e 20 minuti coprendo 448 chilometri nel Cearà, nel nord-est del Brasile.

L’impresa deve ancora essere confermata dalla Federazione aeronautica internazionale (FAI). Se verrà convalidata, supererà il record mondiale della brasiliana Marcella Uchoa che nel novembre dello scorso anno raggiunse tre primati (distanza, distanza su meta dichiarata e distanza libera) percorrendo 411 km tra Assu e Tamboril in dieci ore.

«È stata un’avventura bellissima - ha raccontato Margelisch a 20 minutes -, anche se in alcuni momenti è stato davvero difficile». 

La donna, monitrice di sci a Verbier, era accompagnata da altri due piloti, il suo compagno francese Clément Latour e il ginevrino Reynald Mumenthaler. Quest’ultimo ha dovuto interrompere il volo dopo solo una decina di minuti, ma è ripartito in solitaria percorrendo poi 410 chilometri. «A un certo punto si sono aggregate a noi altre tre vele e abbiamo concluso il volo in cinque. Dev’essere stato emozionante per il contadino e la sua famiglia quando infine siamo atterrati nei loro campi. Non avevano mai visto un parapendio».

Ma la vallesana non ha intenzione di fermarsi: «Saremo in Brasile ancora questa settimana. E sogno di raggiungere la soglia dei 500 chilometri».

Instagram @yael_margelisch
Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 12:54:38 | 91.208.130.89