20 Minuten
ULTIME NOTIZIE Svizzera
VAUD
5 ore
Caduta mortale nella gola del Chauderon
Una 62enne è precipitata per una cinquantina di metri
URI
5 ore
In retromarcia sull'A2 per evitare controlli
Pericolosa manovra di tre autotrasportatori, che volevano sottrarsi a un controllo perché i loro veicoli presentavano difetti tecnici
FOTO
TURGOVIA
8 ore
Scoppia la polemica su questo cartellone elettorale
La decisione di una candidata al Gran Consiglio turgoviese di farsi ritrarre con un fucile d'assalto ha riportato alla mente la strage avvenuta a Zugo
VIDEO
BERNA
8 ore
Quando l'acqua anziché cascare... risale
Curioso fenomeno quello immortalato nell'Oberland bernese. Ma c'è una spiegazione
SVIZZERA
8 ore
Quasi 90enne, il Glacier Express è sempre più amato
Il caratteristico treno rosso ha registrato un +10% di passeggeri: «Continua a essere una delle esperienze ferroviarie di maggior richiamo del mondo»
LUCERNA
10 ore
Beccato con la targa contraffatta e senza patente
Il 32enne polacco è stato fermato ieri nei pressi di Triengen
SVIZZERA
10 ore
Feriti sulle piste: 140 interventi in un weekend
È stato un fine settimana intenso per la Rega. Numerosi gli sciatori soccorsi per infortuni
ARGOVIA
10 ore
Trovata morta una donna scomparsa a fine dicembre
Il corpo della 64enne è stato rinvenuto a pochi chilometri di distanza dal suo domicilio
SVIZZERA
11 ore
Il cervo dello Jägermeister ha perso il suo significato cristiano
Il TAF ha stabilito che il logo del noto digestivo, un cervo con una croce, può essere commercializzato senza ferire i sentimenti religiosi
ZURIGO
07.10.2019 - 22:210

Il Poli non l’ammise per la sua disabilità, ora dovrà risarcirlo

L'ETH però non ci sta a essere tacciato di discriminazione: «Abbiamo ritenuto che la durata degli studi non fosse proporzionata al risultato»

ZURIGO - Jürg Brechbühl ha 55 anni e a marzo del 2018 si è iscritto al Master in Scienze ambientali presso il Politecnico federale di Zurigo. Ma la sua domanda d’ammissione è stata rifiutata. Il motivo? L’uomo impiegherebbe troppo tempo a laurearsi a causa della sua disabilità. Nel 1995 ha infatti subito una lesione cerebrale a seguito di un incidente stradale.

Ma Jürg non ci sta: «Sono rimasto davvero sorpreso - ha raccontato a 20 Minuten -. Questa è una discriminazione bella e buona». L’uomo ha quindi proceduto contro il Poli per vie legali. E ha vinto: dal 27 settembre è iscritto al Master e l’ETH gli deve anche 10’000 franchi di risarcimento (che comunque non basteranno a coprire i 18’000 franchi di spese legali sostenuti).

La decisione del Politecnico era basata sul certificato medico di Jürg, secondo cui è giudicato abile a studiare al 20%. Il percorso di studio di Master passerebbe quindi dai normali due anni a dieci anni. Un periodo che corrisponde al doppio rispetto a quello standard (tre anni di bachelor e due di master per un totale di cinque anni). Inoltre l’uomo non potrebbe neppure sostenere il periodo di tirocinio obbligatorio.

Ma Jürg nel 2016 era riuscito a ottenere 30 crediti CFU con la media di 5,5 durante un semestre di mobilità all’ETH, mentre era studente presso l’Università di Berna. E dice di non avere problemi con lo studio: «I professori mi hanno sempre trattato al pari degli altri e hanno sempre trovato una soluzione quando i miei limiti creavano degli impedimenti». Lui si sente «completamente integrato» anche con i compagni di studio.

E la Commissione che si occupa dei ricorsi gli ha dato ragione: il Politecnico non può stabilire la durata degli studi sulla base di un certificato medico e l’impossibilità a seguire il tirocinio non è una motivazione valida per negare l’immatricolazione. La frase secondo cui «al termine degli studi il signor Brechbühl sarà in età di pensionamento» non è neppure stata commentata.

Jürg è felice e spera che altre persone con disabilità possano in futuro avere meno problemi grazie al suo caso. Ma l’ETH non ci sta a essere tacciato di discriminazione: «Nel caso specifico del signor Brechbühl abbiamo ritenuto che la durata degli studi non fosse proporzionata al risultato e abbiamo respinto l’ammissione. Ma sono molti i sostegni forniti alle persone con disabilità e accusarci di discriminazione è privo di fondamento».

Commenti
 
Gloria Bergamo 4 mesi fa su fb
Impressionante....
turbo 4 mesi fa su tio
I professori mi hanno sempre trattato al pari degli altri e hanno sempre trovato una soluzione quando i miei limiti creavano degli impedimenti. Ma quindi...lo trattavano al pari degli altri o trovavano altre soluzioni? una soluzione per ogni studente?ok, però allora devono pretendere una retta come nelle blasonate università americane!
Polifemo 4 mesi fa su tio
Carissima Laura, pensi forse che altri eccellenti atenei non possano commettere errori? Sono forse meno “titolati” a livello accademico?
Laura Schira 4 mesi fa su fb
È ora di smetterla di vedere questa scuola la migliore al mondo 😅
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-17 23:04:25 | 91.208.130.86