keystone (archivio)
SOLETTA
20.09.2019 - 14:140

La maggioranza degli svizzeri si fida delle centrali nucleari

Per il 66% gli impianti dovrebbero continuare ad essere utilizzati finché sono sicuri

OLTEN - Secondo un sondaggio commissionato dal gruppo d'interesse swissnuclear, il 65% della popolazione svizzera ritiene che le cinque centrali nucleari esistenti nella Confederazione siano piuttosto sicure. Per il 66% gli impianti dovrebbero continuare ad essere utilizzati finché sono sicuri.

Il sondaggio dell'agenzia della lobby atomica elvetica - effettuato per telefono dall'istituto di ricerche di mercato Demoscope su 2200 persone in tutta la Svizzera - rileva che i dati sono rimasti pressoché invariati dall'ultima indagine del 2017.

Stando a un comunicato odierno dell'associazione industriale dei gestori delle centrali nucleari, il 50,2% degli intervistati ritiene che la promozione delle energie rinnovabili, come quelle solare ed eolica, e le misure di risparmio saranno sufficienti per fare a meno del nucleare. Il 55% è invece favorevole a riconsiderare l'energia atomica in caso di progresso tecnologico.

La maggior parte degli svizzeri ritiene che l'economia e la società traggano beneficio dall'energia nucleare. L'84,3% considera che lo smaltimento di scorie radioattive debba essere risolto in Svizzera. Il 46,6% è "piuttosto d'accordo" che si possa trovare una soluzione per l'immagazzinamento dei rifiuti nucleari in Svizzera; il 45,7% "tende a non essere d'accordo".

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-02 04:54:34 | 91.208.130.89