Ti-Press (archivio)
Il fabbisogno energetico dell'Amministrazione federale si attesta attorno ai 66 milioni kW/h all'anno.
SVIZZERA
05.09.2019 - 10:540

Energia rinnovabile per gli immobili della Confederazione

Una mozione di Matthias Jauslin chiede un piano di investimenti che garantisca l'approvvigionamento entro 12 anni

BERNA - Un piano d'investimento per garantire, entro 12 anni, l'approvvigionamento del patrimonio immobiliare della Confederazione mediante energia elettrica prodotta a partire da fonti rinnovabili. Lo chiede una mozione di Matthias Jauslin (PLR/AG), che il Consiglio federale si dice disposto ad accogliere.

Gli investimenti in impianti fotovoltaici destinati al patrimonio immobiliare della Confederazione possono e devono essere incrementati sensibilmente in modo che, alla fine del prossimo decennio, esso disponga di un approvvigionamento elettrico quasi autonomo, scrive il consigliere nazionale nel motivare la sua mozione, sottoscritta da 23 colleghi.

La situazione attuale è infatti insoddisfacente: nel 2016, la principale risorsa di energia rinnovabile dell'Amministrazione federale era il fotovoltaico, che produce però solo 890 000 kW/h all'anno, mentre il fabbisogno di quest'ultima si attesta attorno ai 66 milioni kW/h (energia finale).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-29 04:13:53 | 91.208.130.86